Porto di Sant’Agata, impresa chiede 255 giorni per completare l’opera


Servirebbero ancora 255 giorni per completare il porto di Sant’Agata Militello. A dirlo è il responsabile unico del procedimento, l’ing. Basilio Ridolfo, rispondendo (LEGGI QUI) all’interrogazione presentata il 10 dicembre 2021, dai consiglieri comunali di minoranza, Giuseppe Puleo, Monica Brancatelli, Nancy Starvaggi e Antonio Vitale.

“La scadenza contrattuale dei lavori del porto è prevista nel crono programma è fissata per il 15 febbraio 2022 – si legge nella missiva inviata ai consiglieri -. Non vi è alcun dubbio alcuno che è in relazione allo stato del cantiere, tale termine non potrà essere rispettato, tant’è che l’impresa esecutrice dei lavori ha richiesto l’assegnazione di un termine suppletivo o, in subordine, la proroga del termine utile di ultimazione dei lavori di 255 giorni, le cui motivazioni sono in atto all’esame dell’ufficio della DL del RUP”.

Non c’è pace insomma per il porto dei Nebrodi che doveva essere consegnato il 7 novembre del 2019 ma ha subito proroghe su proroghe fino alla data del 15 febbraio 2022 ma adesso si rischia l’ennesimo rinvio. L’opera è considerata fondamentale per lo sviluppo del comprensorio nebroideo, infatti è notizia proprio di oggi che la Regione ha stabilito che lo scalo santagatese sia riclassificato come scalo “turistico e da diporto” in considerazione del fatto che l’attività principale, ormai da anni e in continua espansione, è legata proprio al turismo da diporto.

Abbiamo sentito il consigliere di opposizione Antonio Vitale che non lesina critiche l’amministrazione Mancuso: “È del tutto evidente che non possono bastare poche unità lavorative per giungere al tanto atteso “traguardo“, ma servirebbe ampliare la forza lavoro. L’attuale amministrazione invece che accordare proroghe e una variante per un importo superiore ai 10 milioni di euro, dovrebbe far rispettare le scadenze pattuite per contratto al fine di completare un opera essenziale per il nostro paese. Purtroppo ho l’impressione che la Giunta Mancuso stia sprecando l’ennesima occasione di dare una svolta economica al nostro paese, sia in termini di sviluppo economico, sia di posti di lavoro che si potrebbero creare e in particolare, le tante opportunità di far conoscere la nostra cittadina. Stiamo perdendo tempo prezioso, mi pare che qualcuno degli attuali esponenti di governo ha dimenticato che il porto è un volano di ricchezza, una fonte di ristoro economico per un intera comunità“.

Dalla stessa categoria