“Oggi ho dovuto effettuare un sopralluogo per lavoro, presso la foce del torrente Caronia, e con tanta amarezza e rabbia ho dovuto constatare che la condotta sottomarina probabilmente non funziona, tant’è che sulla battigia le pietre sono di color “nero fogna” e l’acqua piuttosto torbida. Questo certamente oltre a creare danni ambientali preclude la balneabilità delle acque di Marina”. 

E’ la denuncia del geologo di Caronia Nicolò Rundo raccolta dalla pagina Facebook Caronia notizie e informazioni on line.

“Altro tema degradante – prosegue il geologo caronese –  che produce danni ambientali, turistici ed economici è quello legato ai rifiuti, abbandonati dai alcuni cittadini (incivili) in tutto il territorio comunale. La foce del torrente è particolarmente soggetta (perché facilmente raggiungibile) a tale scempio.

Mi chiedo l’amministrazione uscente e i tanti aspiranti Sindaci hanno a cuore questi temi? L’ambiente e il turismo sono parole belle per riempirsi la bocca o semplicemente per abbellire il loro programma elettorale? I futuri aspiranti Sindaci conoscono il Territorio e le problematiche o la loro conoscenza è circoscritta a Porta Torre, Canale e lungomare?

Quando verranno a chiedere i voti interrogateli, punzecchiateli, stimolateli, per capire di che “pasta” sono fatti e se non vi convincono mandateli tranquillamente a quel paese… a Caronia non possiamo scherzare e perdere altro tempo” – conclude Rundo.

Leggi anche:  Caronia, Magistro: "Dialogo con tutti, non con chi ha distrutto il paese"