A Randazzo,  dichiarata “zona rossa”dal 19 ottobre scorso a causa di un focolaio Covid 19, un uomo di 32 anni positivo al Coronavirus e posto in isolamento domiciliare obbligatorio è stato denunciato dai carabinieri che l’hanno sorpreso a bruciare sterpaglie in un fondo agricolo non suo di via Sangrigoli dove si era recato a bordo di un monopattino elettrico.

L’uomo deve rispondere di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, delitti colposi contro la salute pubblica e violazione della norma sancita dall’art. 260 del T.U.L.S.

Leggi anche:  Covid in Sicilia: 1.294 i nuovi contagiati e 34 decessi