Un incendio, quasi certamente di natura colposa, è stato sventato, nella tarda mattinata di oggi, dai Carabinieri del comando Compagnia di Mistretta e dai volontari della protezione civile amastratina.

Qualcuno, in contrada Cozzo Milazzo, a confine tra i territori di Mistretta, Reitano e Motta D’Affermo, approfittando della giornata di caldo propizia per bruciare sterpaglie ha appiccato il fuoco perdendo il controllo dello stesso. Scattato l’allarme sul posto sono intervenuti gli uomini dell’Arma e i volotari dell’associazione E.R.A. di Mistretta che hanno fronteggiato il rogo evitando che le fiamme si propagassero. Subito dopo sul posto, a rogo domato, anche vigili del Fuoco del distaccamento di Santo Stefano di Camastra e il Corpo Forestale. Sulla vicenda indagano i Carabinieri di Mistretta.

Dopo l’inferno e paura vissuto 15 giorni fa dalla comunità reitanese per l’incendio che si è sviluppato nel tardo pomeriggio dello scorso 13 maggio, in contrada Giordano Donnaluna il quale incrementato delle forti raffiche di vento di scirocco, ha raggiunto il piccolo centro collinare e tenuto in apprensione gli abitanti della piccola comunità, qualcuno ha cercato di far rivivere al territorio un incubo. L’incendio di vaste proporzione, in quell’occasione, arrivarono ad una manciata di metri dalle abitazioni, seminando distruzione nella periferia del centro nebroideo.

 

Leggi anche:  Capo d’Orlando, maltrattamenti in famiglia: arrestato 57enne