“San Marco, in questo primo lungo ponte di festività, ha deciso di non ripartire”. Comincia così il post del consigliere comunale di San Marco d’Alunzio, Andrea Monici (nella foto) in cui attacca l’amministrazione, guidata dal sindaco Dino Castrovinci, accusata di tenere chiusi i musei del piccolo del paese dei Nebrodi in questo primo ponte del 2 giugno.

“Le ordinanze regionali consentono l’apertura dei luoghi d’interesse già a partire dal 25 maggio. Ma il sindaco di San Marco ha deciso di tenere chiusi i musei – attacca Monici -. Non credo che sia eccessiva prevenzione, altrimenti in questo momento in Italia avremmo migliaia di Sindaci incoscienti. Dunque San Marco chiude le porte ancora al turismo. Ma come si vuole provare a risollevare l’economia? Come si vogliono aiutare bar, ristoranti, agriturismi, b&b a ripartire? Sono riflessioni pubbliche che spero possano smuovere le coscienze dell’esecutivo e dei consiglieri di maggioranza. Ci siamo salvati dal Covid ma così rischiamo di “morire di fame”.

In questa splendida giornata di sole – scriveva ieri nella sua pagina Facebook – con un clima perfetto e dei colori mozzafiato, decido di aggirarmi tra i vicoli del mio splendido borgo, per capire e testare personalmente quali iniziative sono state messe in campo, ma soprattutto come l’amministrazione ha organizzato i servizi turistici in occasione di questo lungo ponte del 2 giugno. Ma per chi come me, ama San Marco disinteressatamente, oggi è stato un colpo al cuore percorrere le vie del nostro paese. Tra panorami e monumenti d’incanto, imbattersi in quelle porte chiuse dell’ufficio turistico e dei musei, è stata una tristezza infinita. Per l’Italia questo è il weekend della ripartenza, delle idee di rinascita, per San Marco è ancora notte, buia, profonda. Mi auguro solo che si possa presto rimediare, anche solo per la giornata del 2 Giugno. In me rimane la sempre più viva consapevolezza della totale aridità di idee di chi ci amministra, della totale assenza di programmazione e di iniziative innovative di sviluppo.

“Colgo l’occasione per comunicare inoltre – conclude Monici – che a San Marco d’Alunzio, finalmente, non c’è più nessun caso “Covid-19”, i nostri compaesani sono guariti tutti, e questa è una cosa che mi riempie il cuore di gioia. Lo so da giorni, ma ho atteso invano le tante agognate “comunicazioni ufficiali”, che ancora ad oggi non sono arrivate. Buon weekend a tutti, Aluntini!”.