Il consigliere indipendente di San Marco d’Alunzio, Andrea Monici, in un lungo post su Facebook, analizza i recenti risultati dell’amministrazione Castrovinci non risparmiando dure critiche al sindaco.

“Assistiamo – scrive Monici – negli ultimi giorni, ad uno sbandieramento di risultati ottenuti dall’Amministrazione Comunale, tramite la propria pagina Facebook e siti di informazione locale, in particolare, circa la conclusione dell’iter di assegnazione dei lavori di restauro della Scuola Media “S. Quasimodo” (finanziati nel Dicembre 2017 e affidati a pochissimi giorni dalla perdita del finanziamento – oggetto di due mie interrogazioni consiliari) e della conclusione dei lavori di restauro degli affreschi bizantini presenti all’interno del Museo delle Arti figurative Bizantine e Normanne per la modica cifra di 13.000 euro. Niente di straordinario, insomma.

Spiace constatare come questa celerità di informazione e di azione stia caratterizzando purtroppo solo gli ultimi mesi di legislatura di questa maggioranza, insomma il solito metodo di “mbriacamento” dei cittadini che le peggiori amministrazioni mettono in atto solitamente a fine mandato per cercare di salvare il salvabile.

Spiace anche constatare come i lavori di manutenzione alle Case Albergo si stiano iniziando proprio in concomitanza della scadenza del mandato, dopo cinque anni di abbandono e dunque di occasioni di sviluppo perse. Per fortuna, però, la gran parte dei cittadini non dimentica. Per fortuna c’è ancora chi si impegna per andare a fondo delle questioni, senza lasciarsi confondere le idee dal “fumo” che alcuni vorrebbero adesso sprigionare. Per fortuna c’è ancora chi ama farsi un’idea propria, basata sullo studio degli atti e sull’approfondimento delle singole tematiche.

Correttezza morale ed istituzionale avrebbe voluto che, oggi, l’Amministrazione Comunale, nel fare un attento esame di coscienza, avesse ricordato a sé stessa e ai cittadini anche le innumerevoli occasioni di finanziamenti (milionari e non solo) che ha vergognosamente perso, per non aver affatto partecipato o, peggio ancora, per aver presentato progetti completamente obsoleti.

Capisco che tutto ciò sarebbe stato complicato, sia per chi si occupa di scrivere sotto dettatura del Sindaco questi comunicati stampa, sia per chi non possiede autocritica perché sempre concentrato ad auto lodarsi, sia anche per chi fonda il proprio operato politico, da 5 anni a questa parte, nel cliccare il tasto “condividi” sui post della pagina Facebook dell’Amministrazione, che qualcuno ha anche scritto a nome suo, senza effettivamente conoscere neanche lontanamente ciò che si sta rendendo noto ai cittadini. Spiace annunciare che questo modo di operare sarà dettagliatamente analizzato e spiegato ai cittadini nel corso della prossima campagna elettorale.

È proprio di questi giorni la notizia che vede molti Comuni, a noi limitrofi, aver ricevuto finanziamenti milionari per aver aderito alla “Richiesta di Contributi per la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza di edifici e del territorio.”, Decreto del Ministero dell’Interno del 5 Agosto 2020. Basta scorrere la graduatoria dei progetti finanziati per constatare l’assenza del nostro Comune, per non aver neanche presentato domanda.

A questo si aggiunga che, l’anno scorso, rispondendo allo stesso bando per l’anno 2019, il nostro Comune, pur presentando richiesta di finanziamento, veniva escluso per “mancata indicazione del livello progettuale”.  La lista delle occasioni milionarie perse potrebbe continuare a lungo, ma per il momento può anche bastare”.