Tre casi sospetti di contagio da Covid 19 da parte del loro medico curante (2 dei soggetti risultati positivi al test rapido eseguito privatamente) a San Piero Patti. I soggetti appartengono allo stesso nucleo familiare e, unitamente ai contatti “stretti”, sono stati posti in quarantena dalle autorità competenti. Due dei soggetti coinvolti sono di ritorno da un viaggio in una regione del nord.

L’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Salvino Fiore, ha prontamente preso contattati con l’ASP e i cittadini interessati al fine di monitorare la situazione. Si resta in attesa dei risultato dei tamponi, che sono già stati effettuati da parte del Servizio Sanitario, ai sospetti ed ai contatti del contesto famigliare. Intanto il Dipartimento di Prevenzione non ha ravvisato, al momento, elementi per approvare l’interruzione delle attività didattiche per nessuna classe dell’Istituto Comprensivo.

“La situazione è costantemente monitorata – dichiara il primo cittadino – e aggiorneremo la cittadinanza sull’evolversi della situazione prendendo tutti i provvedimenti necessari al fine di tutelare la salute pubblica. La nostra comunità è stata un esempio per l’alto senso civico e il rispetto delle regole. L’unico modo di fronteggiare questa minaccia e limitare la diffusione del contagio da coronavirus sul nostro territorio rimane quello di rispettare le regole che ci vengono impartite. Ribadiamo di usare correttamente la mascherina, lavarsi o igienizzarsi spesso le mani, mantenere le distanze sociali, rimanere a casa se si ha febbre o sintomi influenzali, contattare telefonicamente il proprio medico curante al primo di questi sintomi”.

Leggi anche:  Emergenza Covid, Comune di Sinagra diventa sede USCA