Sant’Agata, due classi del “Cesareo” al freddo: protestano i genitori


Sonora protesta, stamattina, dei genitori degli alunni delle classi seconda e terza C, della scuola primaria di primo grado, ospitati nell’Istituto Zito del Comprensivo “Cesareo”, di Sant’Agata di Militello, guidato alla dirigente scolastica Rossana Ingrassia.

La protesta, che ha visto scendere le famiglie in strada, è montata, principalmente, per la questione che afferisce l’inadeguato riscaldamento delle due aule dotate di condizionatori sottodimensionati. Un problema sorto a seguito del calo improvviso delle temperature che negli ultimi giorni ha costretto i bambini a stare tra i banchi con i giubbotti. Cosa, del resto, segnalata tempestivamente dalla dirigente scolastica al Comune di Sant’Agata di Militello che, senza perdere tempo, programmava un sopralluogo con un esperto dell’Ufficio Tecnico comunale per la risoluzione del problema.

Oggi il tecnico comunale, accompagnato dall’assessore alla Pubblica Istruzione Ilaria Pulejo, visitando le classi, ha effettivamente riscontrato quanto affermato dalla dirigente e lamentato dai genitori, scesi in strada per protestare legittimamente per le condizioni critiche in cui versano, dal punto delle temperature, gli ambienti in cui i bambini rischiano di ammalarsi.

Abbiamo contattato l’assessora Ilaria Pulejo dalla quale abbiamo appreso che il problema è in via di risoluzione: “L’Ente Comune, dopo il sopralluogo di stamattina, ha già stanziato le somme e incaricato un tecnico per la messa in opera di due condizionatori in grado di rendere il giusto rapporto tra potenza installata e comfort termico all’interno degli ambienti.”

In attesa del nuovo impianto di riscaldamento, perfettamente funzionante a giorni, apprendiamo da un rappresentante dei genitori, che la scuola, per ottenere il giusto livello di calore nelle classi, intende colmare le mancanze dei condizionatori sottodimensionati, integrando con due ventilconvettori elettrici.

Dalla stessa categoria