Sant’Agata, morte della piccola Sharon: condanna definitiva per il medico


È stata condannata definitivamente a 2 anni e 4 mesi per omicidio colposo, la dott.ssa Maria Gabriella Dongarrà, nel processo per la morte di Sharon Manasseri, una bimba di due anni deceduta all’ospedale di Sant’Agata Militello. Lo ha stabilito la IV sezione della Cassazione.

La vicenda parte il 18 dicembre 2014 quando la piccola, accompagnata al nosocomio santagatese dalla madre, Giuseppina Gullia, e dal padre, Giovanni Manasseri, per disturbi allo stomaco e perché vomitava, era stata ricoverata ma morì poche ore dopo per un’occlusione intestinale.

Per la Procura, con esami più accurati, la bambina si sarebbe potuta salvare, ma il medico non avrebbe eseguito le analisi necessarie per evitarne la morte. I genitori dopo il decesso della figlia avevano presentato una denuncia alla polizia. Ottenuto anche un risarcimento per complessivi 100 mila euro.

Dalla stessa categoria