Sant’Agata piange il 42enne vittima dell’incidente in monopattino


Piero Mostaccio non ce l’ha fatta. Il 42 enne santagatese, caduto dal suo monopattino mentre stava percorrendo la discesa di contrada Telegrafo, è deceduto nel Reparto di Rianimazione del Policlinico di Messina, dove era stato trasferito lo scorso sabato in elisoccorso dal Barone Romeo di Patti.

I danni imponenti causati dall’emorragia cerebrale, conseguenza del terribile schianto sull’asfalto, non gli ha lasciato scampo.  All’ospedale di Sant’Agata, la sera di quel maledettissimo sabato 23 luglio, i medici del pronto soccorso si erano subito resi conto della gravità delle sue condizioni ed avevano organizzato lo spostamento del paziente a Messina

Piero lasciava il pronto soccorso dell’ospedale cittadino alla volta di Patti da dove con l’eliambulanza veniva trasferito al Policlinico Universitario di Messina. A distanza di pochi giorni dal ricovero nel reparto di rianimazione, dove i medici attendevano speranzosi qualche miglioramento cerebrale che consentisse loro di poter intervenire chirurgicamente, oggi è avvenuto l’accertamento della morte cerebrale. Domani, molto probabilmente, la salma sarà rilasciata per consentire l’estremo saluto.

Dalla stessa categoria