Pubblicata l’ordinanza sindacale di pulizia e manutenzione dei terreni sul territorio comunale ai fini della prevenzione del rischio incendi. Il provvedimento (n°36 del 28.05.20), firmato dal sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso, prevede l’obbligo per proprietari o detentori di fondi frontisti di tutte le strade statali, provinciali e comunali, mulattiere, sentieri e scalinate soggette al pubblico transito, di provvedere a proprie spese ed entro il termine di 15 giorni, al taglio di tutte le essenze vegetali, sia verdi che secche, che fuoriescono dalla loro proprietà e si riservano in carreggiata, provvedendo altresì per proprio conto allo smaltimento dei rifiuti derivati.

Ai proprietari o detentori di terreni attualmente in stato di abbandono ed incolti, su tutto il territorio comunale, è quindi fatto obbligo di provvedere, a proprie spese entro 15 giorni, alla pulizia e relativa bonifica dei fondi curando il trasporto ed il conferimento in impianti di destino finale, eliminando gli arbusti, i rovi ed i rami che dai loro terreni si protendono oltre il ciglio stradale e su aree di pubblico utilizzo e a mantenere gli stessi fondi puliti ed in perfetto ordine.

“È necessario, con l’approssimarsi della stagione estiva, ridurre quanto più possibile il rischio incendi soprattutto nelle aree che risultano incolte e abbandonate – commenta il sindaco Bruno Mancuso –. Da parte del comune sono tuttora in corso gli interventi di pulizia con il taglio e l’estirpazione di arbusti ed erbacce negli spazi pubblici di tutto il territorio comunale”.

Leggi anche:  Città Di Sant'Agata, primo colpo: riconfermato l'attaccante Cicirello