I consiglieri comunali di minoranza a Sant’Agata di Militello Giuseppe Puleo e Nunziatina Starvaggi hanno presentato una interrogazione chiedendo all’attuale Amministrazione la sospensione, tra le altre, dei pagamenti delle tasse e delle imposte locali per altri tre mesi rispetto alla scadenza prevista.

Di seguito l’interrogazione presentata dai due consiglieri di opposizione:

I sottoscritti Consiglieri Comunali del Comune di Sant’ Agata di Militello, ed esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo.

Che le note vicende legate all’epidemia del “COVID-19″ stanno mettendo a dura prova il Paese, ed in particolare le famiglie e la tenuta di tutte le attività economiche e produttive locali, con gravi pregiudizi per le stesse, tali da minarne la sopravvivenza;

Che, anche se apprezzabile, il provvedimento dell’amministrazione Comunale, con cui è stata disposta la sospensione dal pagamento dei tributi fino al 01 Giugno 2020, non appare più adeguato, visto il protrarsi dell’emergenza;

CONSIDERATO

Che il Sindaco, in ragione del particolare momento, ha dichiarato di essere aperto a proposte di collaborazione provenienti dai consiglieri di minoranza;

RITENUTO

Che pare opportuno, in attesa che vengano definite dal Governo e dalla Regione misure concrete in aiuto dei settori colpiti, che l’amministrazione adotti azioni di efficace supporto a sostegno di chi sta subendo economicamente l’emergenza sanitaria e le direttive ministeriali ad essa collegate.

Ciò premesso e ritenuto

Si interroga il Sindaco per sapere

Se non ritiene opportuno emettere una nuova ordinanza che disponga, sin da ora, la sospensione dei pagamenti delle tasse e delle imposte locali per altri tre mesi rispetto alla scadenza prevista, salvo ulteriori proroghe in ragione dell’andamento della crisi sanitaria in corso, e comunicando che seguirà una rimodulazione delle scadenze, al fine di dare tranquillità e permettere una migliore programmazione dei pagamenti ai cittadini;

Se non ritiene opportuno prevedere l’esonero totale dal pagamento della Tari (tributo sui rifiuti) anno 2020 e dal pagamento delle ingiunzioni notificate per Imu 2012-2013, Tares 2013-2020, Cosap 2014-2020 a favore di tutte le partite IVA, a favore di chi ha perso il lavoro e a favore di chi svolge lavori stagionali, i quali non riprenderanno a causa degli eventi, che ne facciano espressa richiesta adeguatamente motivata;

Se ritiene opportuno chiedere a chi di competenza, in considerazione della straordinarietà della situazione, di poter procedere ad una revisione delle tariffe comunali, in particolare quelle relative a rifiuti, suolo pubblico e affissione, nonché l’applicazione di tariffe agevolate per l’acqua utilizzata dalle strutture ricettive e commerciali, in deroga all’applicazione delle tariffe massime imposta dal piano di riequilibrio.

Leggi anche:  Cimitero di Sant'Agata senza loculi, interrogazione della minoranza