Sant’Agata, stalking e violenza sessuale: arrestato 60enne


Pedinamenti, molestie, telefonate e minacce. La vita era diventata un incubo per una donna di 50 anni residente a Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina, perseguitata per mesi da un 60enne. L’uomo è finito agli arresti domiciliari per ordine del gip del Tribunale di Patti, che ha accolto la richiesta del procuratore Angelo Cavallo e della sostituta Antonietta Ardizzone. Disposto anche il divieto di avvicinamento alla vittima, che presentò denuncia nell’aprile di quest’anno.

L’uomo dovrà rispondere di stalking e violenza sessuale. Tutto è iniziato con le visite al cimitero comunale da parte della vittima, che ogni volta veniva avvicinata dal 60enne che la molestava con frasi volgari e pedinamenti. Un comportamento che ha costretto la donna a ridurre le visite al cimitero, anche se l’uomo non si è fermato con le molestie: telefonate a tutte le ore e molestie anche davanti agli agenti del Commissariato di Sant’Agata di Militello. Nel corso di un’altra visita al cimitero la vittima è stata anche minacciata di morte e in un’altra circostanza ha subito un palpeggiamento.

Dalla stessa categoria