Una fogna a cielo aperto in contrada Vallebruca, a Sant’Agata di Militello. E’ la denuncia dei residenti, esasperati dal degrado, che hanno deciso di sottoscrivere una petizione da presentare all’ufficiale sanitario dell’ASP, perché non riescono più a sopportare l’odore nauseabondo, che si sprigiona dalla fogna.

Da oltre una settimana infatti si è verificato un guasto alla fogna, un cedimento strutturale, che ha determinato lo sversamento di liquami , sul ciglio della strada. Si sono inoltre venuti a determinare pericolosi avallamenti che rendono difficile la viabilità, che insieme alle profonde buche già esistenti rendono pericolosa la percorrenza della trafficata arteria. Dalla fogna inoltre proviene un odore nauseabondo, insopportabile che si estende in tutta la contrada e nella parte alta e costringe i residenti, con questo caldo soffocante, a stare chiusi in casa.

Attualmente la Città metropolitana di Messina sta provvedendo alla scerbatura della strada di Vallebruca, ma altrove la situazione è veramente critica. Analoga situazione si registra anche in contrada Scafone Tiranni e Cipollazzi, dove i residenti hanno più volte segnalato, come la carreggiata fosse invasa dalle erbacce dai cespugli, tanto da essersi ristretta e da divenire pericolosa. Si tratta di una strada provinciale, ma ancora nessuno ha sollecitato gli interventi di scerbatura.

I cittadini chiedono il pronto ed immediato intervento da parte dell’amministrazione comunale per contrastare il degrado.