Sant’Agata, variazione al bilancio per aiutare le famiglie bisognose


Una mozione che impegna l’amministrazione comunale di Sant’Agata Militello, guidata dal Sindaco Bruno Mancuso, a provvedere a una variazione di bilancio per stornare le somme destinate alla riduzione delle bollette per le famiglie bisognose e destinarle al fondo di solidarietà alimentare per le famiglie non abbienti. È stata presentata dai consiglieri di minoranza Giuseppe Puleo, Nunziatina Starvaggi, Monica Brancatelli e Melinda Recupero e dagli esponenti del gruppo indipendente “Un’altra Sant’Agata”, composto da Salvatore Sanna, Francesca Alascia e Rosamaria Franchina.

“Il Governo Nazionale – si legge nel testo dell’interpellanza – ha inviato al Comune di Sant’Agata di Militello la somma di 150 mila euro, inerenti al fondo di solidarietà alimentare per le famiglie bisognose, per l’anno 2021, e l’Amministrazione ha impegnato solo 60 mila euro per buoni spesa e il resto delle risorse in parte per altre finalità (esenzione del suolo pubblico) mentre la restante parte, piuttosto che distribuirla agli aventi diritto, utilizzandola per una utilità concreta delle famiglie non abbienti, ha ritenuto di inserirla in bilancio in conto delle bollette della TARI 2022 al fine di operare una riduzione per le famiglie bisognose, che ne avrebbero fatto richiesta“.

“Sono state presentate poche istanze inerenti alla riduzione della TARI per le famiglie bisognose – proseguono i consiglieri – e, pertanto, verosimilmente saranno rimasti degli ingenti residui non impiegati e che tante famiglie in condizione di disagio economico e sociale potrebbero usufruire per le imminenti festività natalizie del predetto contributo messo a disposizione dello Stato nel 2021 (buoni spesa). Pensiamo che sia opportuno destinare le somme residuate, in considerazione del fatto che sono pervenute poche istanze per le bollette TARI, alla finalità cui erano destinate dallo Stato, ossia ai buoni spesa e che attualmente tali somme risultano vincolate in bilancio per la riduzione della TARI, per cui è necessario operare una variazione di Bilancio, per poterle utilizzare per la finalità cui erano state destinate dal Governo Nazionale”.

Dalla stessa categoria