Santo Stefano, 41enne viola la misura cautelare: arrestato


Il giudice del Tribunale di Patti, Edoardo Zantedeschi, ha convalidato l’arresto del 41enne di Santo Stefano di Camastra, arrestato questa mattina dai Carabinieri della Stazione e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, agli ordini del capitano Adolfo Donatiello, resosi responsabile di vari reati, ed in particolare della violazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento all’ex convivente, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Patti per i delitti di maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori.

Il giudice ha accolto la tesi sostenuta dal pm che ha chiesto e ottenuto le misure cautelari in carcere dell’uomo, difeso dall’avvocato Lucio Di Salvo. I militari della locale Stazione Carabinieri avevano accertato che il 41enne, dopo avere forzato il portoncino condominiale, procurandosi una ferita lacerocontusa da taglio al braccio destro, ancora sanguinante, aveva poco prima tentato di entrare nell’abitazione dell’ex convivente.

L’attenzione della Compagnia Carabinieri di Santo Stefano di Camastra sul fenomeno della violenza di genere è sempre molto elevata e vede quotidianamente impegnati i militari su un fenomeno che ha visto sempre più numerosi episodi, dovuti anche all’emergenza pandemica.

Dalla stessa categoria