Santo Stefano, Consiglio comunale: le proposte della minoranza


Il Consiglio comunale di Santo Stefano di Camastra si riunirà in seduta ordinaria giorno 24 novembre alle ore alle 17.30. Il gruppo di minoranza “Noi per S.Stefano”, composto dai consiglieri Marila Re, Giuseppe Lucifaro, Giuseppe Pezzicara e Gabriella Regalbuto, ha presentato quattro atti di indirizzo che impegnano l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Francesco Re.

Il primo attiene alla pianificazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti. Gli esponenti dell’opposizione, alla luce delle continue emergenze rifiuti in Sicilia e che il contratto di appalto per il servizio di gestione integrata dei rifiuti, che comprende i Comuni di Caronia, Reitano e S.Stefano di Camastra è in scadenza nel settembre del 2023, propongono di individuare criticità e percorsi da intraprendere.

Il secondo per il recupero e la valorizzazione toponomastica rurale che impegna l’Amministrazione Comunale, ad avviare ogni iniziativa utile finalizzata a dare l’incarico per la definizione e la redazione di uno studio di fattibilità con una preventiva elaborazione cartografica e un apposito dossier e il reperimento delle risorse per installare apposita segnalazione territoriale, sulla base di un’armonizzazione delle priorità.

Per quanto riguarda il Piano Urbanistico Generale chiedono all’amministrazione Re di definire i tempi e il percorso da seguire per una progettazione efficace, tracciando linee-guida che diano indicazioni chiare su quali aree e in che misura si possa intervenire, di avviare e completare una pianificazione omogenea e aggiornata che detti criteri e regole per uno sviluppo urbanistico che raggiunga obiettivi di sostenibilità ambientale e di contenimento del consumo di suolo, di insediare la Commissione di approfondimento, formata da quattro componenti di cui due espressione della maggioranza e due espressione dell’opposizione, guidata dall’Ufficio Tecnico, che valuti la valorizzazione del patrimonio comunale in relazione alle imminenti trasformazioni del territorio, costituita con delibera n.23 del 4 giugno 2019 e di valutare una eventuale richiesta di una qualificata consulenza universitaria, considerato che con l’attuazione del PUG la nostra cittadina sarà ancora più attrattiva per gli investitori locali ed esteri.

L’ultima si riferisce all’adesione alla Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali, organizzando, con il coinvolgimento delle Scuole, un evento specifico che sia strumento di “contaminazione culturale” specie per il mondo giovanile.

Dalla stessa categoria