Sono stati in prima linea rendendosi utili a qualsiasi bisogno, lavorando giorno e notte, per cercare di fare fronte, insieme con l’amministrazione comunale di Santo Stefano di Camastra e altri volontari, adoperandosi tutti per un unico scopo, cercare di fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Si tratta del gruppo di volontari della Protezione Civile di Santo Stefano di Camastra, che da quando è iniziata l’emergenza, non si sono fermati neanche un attimo, mettendosi a disposizione dell’amministrazione per la sanificazione del paese e collaborato alla realizzazione dell’igienizzante insieme ad un team di professionisti, hanno proseguito alla seconda distribuzione di igienizzanti e mascherine.

Si sono anche fatti carico della distribuzione di bombole e, per non farsi mancare nulla, hanno deciso di realizzare delle palme per poi donarli alla cittadinanza, per la Domenica delle Palme. Un duro lavoro che è stato supportato anche dai volontari dei vigili del fuoco, in occasione  della seconda fornitura di disinfettante e mascherine riutilizzabili.

“Mai come ora mi sento l’Assessore alla protezione civile del mio comune, vorrei ringraziali tutti per quello che stanno dando accanto a noi – ha dichiarato a Nebrodi News l’assessore Santo Rampulla aspettiamo solo di sconfiggere questa pandemia per poi organizzare una bella festa pubblica per tributare il giusto riconoscimento a questi volontari. Tante sono state le difficoltà che stiamo incontrando giornalmente – ha continuato – ma con la determinazione che ci contraddistingue e grazie anche al centro operativo comunale, fino ad oggi siamo riusciti a venirne fuori ad ogni difficoltà”.

L’assessore Rampulla ha voluto rivolgere un grazie a tutta la cittadinanza stefanese che si è messa a disposizione collaborando alla risoluzione dei problemi.

Leggi anche:  Santo Stefano di Camastra, riaprono i mercati settimanali