SicilyAddict, startup di Mirto che consegna il cibo italiano nel mondo


SicilyAddict è un e-commerce dedicato ai prodotti siciliani che permette a nostalgici ed amanti della tradizione di gustare ricette locali. A raccontare la storia di questa startup innovativa, con sede a Mirto, Comune dei Nebrodi, è la giornalista Chiara Venuto per il sito www.restoalsud.it.

È gestita da Giacomo e dai fratelli Sergio (specializzato in logistica) e Antonio Librizzi (videomaker e fotografo). La pandemia, anche se dolorosa, ha sicuramente dato uno “sprint” al nuovo canale digitale. Così nel primo anno la piattaforma ha accolto 3000 clienti unici e 5000 ordini, mentre oggi se ne contano rispettivamente 17000 e 21000. Tutti pacchi che partono da Mirto, nel cuore dei Nebrodi, con tutte le difficoltà logistiche del caso.

I fratelli hanno deciso di non spostarsi ma di restare a Mirto per renderlo un luogo dove restare e non scappare. Se oggi è possibile acquistare online il tipico cannolo con la ricotta (spedito “da comporre” tramite camion refrigerati), a breve si potranno ricevere a casa anche i rustici caldi. La nuova frontiera di SicilyAddict è l’offline, o per meglio dire, le “dark kitchen“. Si tratta di locali affittati “pronti all’uso” in cui si possono preparare prodotti in delivery e d’asporto. La prima sperimentazione del (vero) arancino a domicilio sarà in questi giorni a Milano con la costituzione di un “Sicily Addict Point” in collaborazione con Kuiri.

Dopo le prime sperimentazioni sul mercato tedesco con un sito clone, inoltre, i mirtesi si stanno preparando allo sbarco ufficiale a livello internazionale

Dalla stessa categoria