L’Università di Catania è al centro degli aiuti per i Comuni siciliani. Grazie all’impegno profuso dal Dipartimento di Scienze chimiche, con un team coordinato dal direttore Prof. Roberto Purrello e dal Dipartimento di Scienze del Farmaco, con un team coordinato dal direttore Rosario Pignatello, è stata avviata, dopo una fase preparatoria, la produzione di una soluzione disinfettante seguendo le normative dell’OMS.

Calogero Leanza, consigliere della Consulta dei Nebrodi per il Comune di Cesarò

Già da diverse settimane il Dipartimento di Scienze chimiche sta fornendo, su richiesta degli Enti pubblici, gel disinfettante in beneficienza. In provincia di Messina, Cesarò è stato il primo Comune a farne utilizzo e distribuzione grazie all’interesse del Sindaco Salvatore Calì e del Vice Sindaco Antonino Saraniti. Calogero Leanza (nella foto) consigliere della Consulta dei Nebrodi per il Comune di Cesarò, si occuperà di mettere in contatto i Comuni nebroidei con l’Ateneo catanese.

“Voglio ringraziare pubblicamente il prof. Purrello e Pignatello, e tutto il loro team, per il lavoro che hanno svolto e perché si sono messi in gioco in un momento di alta difficoltà, mettendo da parte tutto per il bene comune – commenta Leanza -.  Un ringraziamento particolare inoltre lo voglio rivolgere al prof. Benedetto Torrisi, con cui ho intrattenuto i rapporti sin dall’inizio della mia manifestazione d’interesse. È una persona preparata e disponibile, abbiamo svolto una bella collaborazione e spero di svolgerne altre in futuro. I miei colleghi iscritti all’Università di Catania devono ritenersi fortunati oltre che orgogliosi ad avere dei professori preparati e disponibili come loro. Grazie a nome mio e a nome di tutti quelli che hanno beneficiato di questo servizio”.

Ad esso si aggiunge il lavoro del Prof. Benedetto Torrisi, statistico Economico, del dipartimento di Economia ed Impresa dell’università di Catania che, oltre ad attivare opportunità di networking con i comuni richiedenti, ha attivato, d’intesa con il collega Purrello, un modello per il monitoraggio statistico sulle destinazioni del prodotto e sulla stima della richiesta potenziale nella fase 2.

“Il dipartimento di Scienze Chimiche – dichiara Roberto Purrello – ha iniziato a produrre grandi quantità di una soluzione alcolica gelificata ad azione disinfettante, grazie all’approvvigionamento delle materia prime assicurato dalla Direzione generale e alla collaborazione di alcuni dei nostri tecnici di laboratorio e docenti, ma la richiesta sta divenendo tale da essere costretti a accontentare tutti razionandone le richieste”.

La produzione ad oggi vede coinvolti moltissimi comuni della provincia di Catania, Agrigento e Caltanissetta e Messina.  Sono gli stessi Enti pubblici a farne richiesta e a scegliere a chi destinare il prodotto. L’interesse del gruppo universitario è quello di poter destinare il gel disinfettante presso gli uffici amministrativi, parrocchie, forze dell’ordine locali, e presso punti che le amministrazioni riceventi ritengono di aggregazione o di primaria necessità.