Troina, al via PUC per i percettori del reddito di cittadinanza


Avviati ufficialmente ieri nell’Impact-Hub del centro polivalente “Peppino Impastato”, con la firma del contratto di prestazione per 18 beneficiari, i Progetti Utili alla Collettività (PUC) del Comune di Troina, destinati ai percettori del Reddito di Cittadinanza.  

L’amministrazione comunale, come previsto dalla normativa nazionale e nell’ambito del Distretto socio-sanitario D23 di appartenenza, ha infatti deciso di avviare 3 progetti, che prevedono, per i sottoscrittori del “Patto per li lavoro” o del “Patto per l’inclusione sociale”, l’impiego in attività ambientali e di tutela dei beni comuni, quale occasione  di inclusione e di crescita per i beneficiari e per la collettività, nonché di accompagnamento personalizzato all’inserimento lavorativo.

“Dopo più di un anno dalla nostra prima delibera di giunta – spiega l’assessora alle politiche sociali Silvana Romano – , possiamo finalmente dare il benvenuto a quanti,  percettori del reddito di cittadinanza nel nostro Comune, sono stati chiamati a svolgere un servizio. I PUC rappresentano un’occasione di inclusione sociale e di crescita per i beneficiari e per la collettività, sia perché tengono conto delle attitudini e competenze dei soggetti interessati, sia perché i progetti da svolgere sono stati individuati a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità locale, costituendo anche una possibilità di riscatto sociale”.

Questi i 3 progetti che vedranno coinvolti i 18 beneficiari, che saranno impiegati 5 giorni a settimana, dal lunedì al venerdì, da un minimo di 8 a un massimo di 16 ore a settimana, a seconda degli orari e delle esigenze dei rispettivi uffici comunali di competenza:  

– 1) “Civilmente Utili per Troina”, per l’impiego di 4 beneficiari, che svolgeranno nell’Ufficio Archivio e Protocollo attività di supporto nell’archiviazione e smistamento della posta e dei documenti;  

– 2) “Attività Supporto Uffici Comunali” , per l’impiego di 8 beneficiari, che svolgeranno all’Ufficio Tecnico attività di supporto nella gestione delle utenze e degli archivi, delle banche dati informatiche, nella calendarizzazione degli appuntamenti e degli accessi, nonché nell’archiviazione e nel riordino delle pratiche;

– 3) “Ambiente, Territorio, Cittadinanza”, per l’impiego di 6 beneficiari, che svolgeranno attività di cura degli spazi esterni, gestione del verde e manutenzione ordinaria delle aree pubbliche comunali.

 “Nonostante il quadro normativo che regola i Puc presenti diverse criticità – prosegue l’assessora Romano – ci auguriamo che a livello governativo si migliori questa misura, in modo da renderla maggiormente occasione di crescita personale e professionale per i fruitori, dando loro la possibilità di inserimento nel mondo lavorativo in modo continuativo e duraturo. Come amministrazione ci impegneremo per attivare altri progetti, certi che questa esperienza arricchisca non solo i fruitori, ma tutti quanti. Un ringraziamento alla dottoressa Paola Amata, responsabile locale dei PUC, per il lavoro svolto, e ai responsabili dei nostri uffici, il dottor Salvatore Amata e i geometri Lio Fiore e Alessandro Nasca, che seguiranno i Progetti”.

Dalla stessa categoria