E’ in piena fase organizzativa la settima edizione della Maratonina dei Nebrodi, la mezza maratona di Sant’Agata di Militello, curata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Atletica Nebrodi. La gara si svolgerà domenica 9 febbraio e anche questa volta sarà dedicata alla memoria del finanziere Maurizio Gorgone, vittima del dovere.

Sarà la prima gara dell’anno del 19° Grand Prix di Sicilia delle mezze maratone, una kermesse sportiva di otto prove che si svilupperà per tutto il 2020. Anche questa volta, il percorso – attraverso le strade della cittadina, con partenza ed arrivo in Piazza Crispi davanti al Castello Gallego e con un itinerario che si snoderà sul lungomare con digressione verso l’interno sulla statale settentrionale sicula – sarà ripetuto per tre giri per un totale di 21,097, con omologazione della FIDAL.

I particolari della gara sono stati annunciati dalla presidente del sodalizio sant’agatino Rosalba Ravì Pinto alla conferenza stampa di presentazione avvenuta il 17 dicembre scorso. Il massimo dirigente del sodalizio è subentrata dallo scorso anno allo storico presidente e tra i soci fondatorie Riccardo Curasì, per ben 12 anni al timone della società sportiva e tra gli ideatori della Maratonina dei Nebrodi.

A contribuire alla buona riuscita della gara ci saranno i soci della Sezione ANFI, i Rangers, che collaboreranno in sinergia con le Forze dell’Ordine in modo da garantire la massima sicurezza degli atleti. Nel percorso ci saranno anche due ambulanze con personale medico.

A conclusione della gara, presso il Castello Gallego di Sant’Agata, con inizio alle ore 12.00, sarà celebrata la cerimonia di premiazione: la prima e il al primo arrivato saranno premiati con il Trofeo Principe Gallego; saranno inoltre premiati i primi tre classificati delle categorie senior/master M/F facendo riferimento alle categorie FIDAL.

Leggi anche:  Manita della Fiorentina al Nebrodi, siciliane fuori dalla Coppa Italia

Anche quest’anno gli organizzatori hanno voluto dare risalto alla partecipazione di atleti provenienti dalle Forze Armate, alle Forze di Polizia e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (se all’atto dell’iscrizione avranno indicato il grado e il reparto di appartenenza): saranno premiati, con la Coppa Finanziere Maurizio Gorgone, i primi tre atleti, maschili e femminili, classificatisi.

Il monte-premi si arricchirà anche con i premi in buoni valore per i primi 4 assoluti M/F classificatisi, il primato sarà compensato con 250 Euro in buoni acquisto. Si vorranno premiare anche quegli atleti, un uomo e una donna, che riusciranno a migliorare i precedenti record della Maratonina dei Nebrodi in atto vantati da Vito Massimo Catania (1:11:52  nel 2014) e da Tatiana Betta (1:22:52 nel 2013); tutti i premi sono cumulabili.

Lo scorso anno furono in più di 800 gli iscritti alla manifestazione e a prevalere furono tra gli uomini Vincenzo Puccio (Athletica Vaticana), sacerdote e podista siciliano, parroco a Santa Venera (Barcellona Pozzo di Gotto), mentre tra le donne a prevalere fu la peruviana Nadine De La Cruz (GS Il Fiorino)

A sostenere gli sforzi degli organizzatori alcuni sponsor, tra cui la Sanlorenzo Group e Villa Pacis, realtà che saranno a fianco dell’Atletica Nebrodi anche durante tutta la stagione agonistica, per il tredicesimo anno consecutivo. Il punto ristoro sarà assicurato anche dall’agriturismo ‘Il vecchio carro’, un’azienda famosa per il suo ‘street-food’ tipico: il panino con porchetta di suino nero dei Nebrodi cotta a legna.

Il termine di scadenza di iscrizione è fissato per il 5 febbraio; per le società che iscriveranno i loro tesserati entro il 27 gennaio, però, sarà garantito un gadget (telo in microfibra – mis. 95 x 165 – dedicato alla manifestazione); e una tariffa ridotta per l’iscrizione. In attesa che la FIDAL approvi il regolamento, tutte le informazioni utili sono reperibili attraverso il canale social https://www.facebook.com/atletica.nebrodi/

Leggi anche:  Chiesto il dissequestro dei beni per l'imprenditore Sgrò