Oltre trentadue milioni di euro dal Governo regionale per la riqualificazione di 161 teatri dell’Isola. Lo ha disposto il governatore Nello Musumeci. I fondi – stanziati per interventi di restauro, ripristino, ristrutturazione, messa a norma e innovazione tecnologica – consentiranno la modernizzazione di strutture esistenti e l’apertura sia di nuovi spazi che di sale chiuse da tempo al pubblico.

Le risorse saranno erogate dal Dipartimento regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana, diretto da Sergio Alessandro, che ha già predisposto la relativa graduatoria. In provincia di Messina sono stati 25 i teatri ai quali sono stati destinati contributi a fondo perduto.

Nell’area dei Nebrodi sono stati finanziati il Cine-teatro Aurora di Sant’Agata di Militello (euro 181.113,33); l’Auditorium San Sebastiano di Montagnareale (euro 231.073,80); l’Auditorium sociale di Capizzi (euro 178.021,77); il Centro di aggregazione sociale di San Teodoro (euro 30.809,84); il Teatro comunale Vittorio Alfieri di Naso (euro 231.073,80); il cineteatro comunale Beniamino Joppolo di Patti (euro 196.412,73); la Sala teatrale Martoglio di Castel di Lucio (euro 205.610,34), l’Ex ECA di Cerami (euro 224.062,40) e l’ex cine-teatro “Trionfo” di Troina (euro145.576,49 euro).

Leggi anche:  L'intervento, Prima Tortorici a Lumia: "Isoliamo la mafia esercitando la buona politica"