lunedì - 23 luglio 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

in programma a Capo d'Orlando dal 20 al 22 aprile

Earth Day Nebrodi, “un week end per restituire alla Terra”

0
condivisioni

Rondini in forte diminuzione (in 10 anni l’Europa ne ha perse il 40%), api da proteggere, con l’Ape sicula (Apis mellifera sicula) da tutelare come garante dell’equilibrio della biodiversità. La reintroduzione della manna nell’area dei Nebrodi (il più antico documento sulla manna è del vescovo di Messina e  risale al 1080), e un Parco naturale da valorizzare e proteggere: “un week end per restituire alla Terra”.

Earth Day Nebrodi – Capo d’Orlando per la Terra (4^ edizione), in programma a Capo d’Orlando 20-21-22 aprile 2018, torna a celebrare la Giornata Mondiale della Terra, la più grande manifestazione ambientale del Pianeta, con un miliardo di persone coinvolte in ben 192 paesi del mondo: le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno il 22 aprile. In Sicilia la manifestazione si svolge in contemporanea a Capo d’Orlando, Palermo e Cefalù.

Dal prossimo 20 aprile, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale orlandina e dell’Ente Parco dei Nebrodi e la collaborazione di Anni ’60 News, Capo d’Orlando tornerà ad accogliere la più importante manifestazione per l’ambiente, con una nutrito calendario di iniziative e attività in grado di coinvolgere il mondo della scuola, del volontariato, del privato sociale, etc., dal Parco di Scafa al porto Capo d’Orlando Marina, dallo Spazio LOC, laboratorio contemporaneo, alle piazze del centro, dove si svolgeranno laboratori, mostre, esposizioni, degustazioni, laboratori per bambini, percorsi sensoriali e spontanei, piantumazione del Frassino della Manna,  mostra-mercato ed altro ancora.

Un cartellone ricco di iniziative che si aprirà il 20 aprile con la Marcia per la Terra, coinvolgendo il mondo dello sport e della scuola, per proseguire nei giorni 20, 21 e 22 aprile 2018 con il Giardino delle Api, il Parco Cinque Sensi, sport in mare, Scout Nautici Europei, yoga, la conferenza e mostra We are Drops, laboratori, mostra-mercato “Madre Sicilia”, le Cucine della Terra, il Progetto ERIC, etc.

La Mostra Mercato “Madre Sicilia” proporrà verdure di stagione, pasta artigianale, olio extravergine d’oliva (degustazione di 3 cultivar), dolci tipici di nocciole dei Nebrodi, il sapone artigianale, frittelle con birra artigianale e farina siciliana, biscotti e pizza di grani antichi siciliani, legno e intarsi. Proprio la pizza, sarà al centro di un interessante ‘esperimento di integrazione’, affiancando ai pizzaioli locali gli ‘chef’ dello SPRAR nella preparazione di questa specialità, patrimonio dell’umanità.

In programma, ancora, i tour naturalistici, il Trekking delle Fontane, Salotto di Anni ’60 News, i balli del Gruppo Il Meliuso di Gioiosa Marea, le esibizioni come ‘Ode alla Terra’ dei cantastorie Mauro Geraci e Fortunato Sindoni con “La ballata del fuoco e quella dell’aria”.

Per i bambini, oltre a quanto già detto, saranno pure attivi il Parco Cinque Sensi, percorso sensoriale per i bambini, il Giardino delle Api, giochi in piazza e le merende di Chocobella Damiano.

La manifestazione è organizzata da Francesca Molica Colella e Patrizia Damiano con le Associazioni Gentili con la Terra, Lunedì No Meat e  Meatless Monday.

L’edizione 2018 sarà particolarmente mirata a sensibilizzare sull’importanza dell’acqua (tutela dall’inquinamento e salvaguardia delle risorse) in collaborazione con IPAA, Istituto Statale per l’Agricoltura e l’Ambiente e Assessorato al turismo di Capo d’Orlando.

Spazio alle api e alla ritrovata Ape Nera Sicula, importante elemento dell’equilibrio naturale, ‘produttrice’ del miele di arancio dei Monti Nebrodi, e alla piantumazione del Frassino della Manna come gesto di ‘restituzione alla Terra’. La manna è la linfa estratta dalla corteccia di alcune specie di Fraxinus (frassino), prodotto tipico siciliano, e come tale riconosciuto: rientra nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) del ministero delle politiche agricole e forestali (Mipaaf).

Anche a Gioiosa Marea si celebra domani la Giornata Mondiale della Terra. L’associazione “La Spiga” di Gioiosa Marea, in collaborazione con il Comune di Gioiosa Marea e con il contributo della casa editrice “Pungitopo” di Patti e dell’associazione “San Giorgio – I Cavaleri”, organizza per mercoledì 18 aprile la “Giornata della Terra”. L’iniziativa, rivolta principalmente alle scuole, prevede la piantumazione di nuovi alberi sul Monte Meliuso nella zona di Gioiosa Guardia, lungo l’antico tracciato della Regia Trazzera. L’obiettivo è di sensibilizzare la cittadinanza, a partire dai bambini, sui temi della Natura e della salvaguardia del patrimonio ambientale e culturale. Inoltre, con un gesto concreto, grazie al contributo della Casa editrice Pungitopo di Patti che ha donato il ricavato della vendita dei propri libri per la mitigazione dei danni provocati dagli incendi dell’estate 2017, si doterà la zona del monte di Guardia di nuova vita dopo i roghi che nel corso degli anni hanno decimato alberi e macchia mediterranea. Per rafforzare ulteriormente il legame con la Terra e il territorio, ogni albero rappresenterà una contrada di Gioiosa Marea.

Alla giornata, inserita tra gli eventi ufficiali di Earth Day Italy e del network internazionale di Earth Day, parteciperanno i bambini dell’Istituto Comprensivo “Annarita Sidoti”, con le prime e seconde classi elementari di Gioiosa e San Giorgio che saranno protagonisti della piantumazione dei nuovi alberelli.
La manifestazione intende celebrare l’Earth Day (Giornata mondiale della Terra) che si rinnova il 22 aprile: la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia coinvolgendo ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. La giornata nasce per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, divenendo nel tempo un avvenimento educativo ed informativo per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.
Di seguito il programma della mattinata.
 
PROGRAMMA
Ore 9.00 raduno presso l’area attrezzata “Gioiosa Guardia” e breve passeggiata per raggiungere il pianoro
Ore 9.30 inizio attività di piantumazione degli alberelli e apposizione delle targhette con i nomi delle contrade
Ore 11.30 ritorno all’area attrezzata e merenda offerta dall’Associazione La Spiga
Ore 12.30 rientro scolaresche
 Raccomandato abbigliamento da escursione e cappellino.

Leggi anche:  A Longi un fascinoso viaggio nella leggenda di Testalonga con cena itinerante e escursione sui Sentieri dei briganti
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l