“Le buone pratiche non hanno colore politico”. Sceglie un post sulla sua pagina Facebook la deputata troinese del M5S all’ARs, Elena Pagana, per replicare al sindaco di Troina, Fabio Venezia, accusata dal primo cittadino di essersi presa il merito di avere fatto ottenere al Comune oltre 5 milioni di euro per alcuni progetti di riqualificazione per la città.

“Non comprendo la polemica – dice al nostro giornale la parlamentare che poi scrive sui social: “Consci, come siamo, del fatto che le buone pratiche non hanno, e non devono avere, colore politico per il bene di Troina e per quello dei suoi cittadini, evidenziare e dare notizia, nell’attuale momento storico, dei finanziamenti che arriveranno a Troina, è un dovere. Poi è chiaro che di fronte una notizia del genere ci sono due modi di reagire: la mia gioia nel comunicarla e quello che sembra livore di chi fomenta cose che non esistono. Io ho scelto la prima! Accaparrarmi meriti o mangiare torte e ciliegine sono cose che non mi appartengono, ma gioire per persone che lavoreranno grazie ai concittadini che hanno lavorato egregiamente dagli uffici del Comune, sì, lo faccio. Mi dispiace che qualcuno abbia volontariamente lanciato messaggi che non esistono, mi scuso io per loro!”.

 

Leggi anche:  Troina, piazza Gramsci: vince il progetto di Germano Schillaci