Dopo la nomina avvenuta qualche settimana addietro di Marina Consentino, che ha preso il posto in giunta di Cinzia Sottosanti, che aveva presentato le sue dimissioni per motivi personali, il sindaco Francesco Re ha proceduto con l’assegnazione anche delle deleghe al nuovo assessore.

Come già anticipato in precedenza, il neo assessore Marina Consentino, si occuperà di POLITICHE SOCIALI,CULTURA, SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI POLITICHE PARI OPPORTUNITÀ’ ED INTEGRAZIONE-POLITICHE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE.

Ricomposto immediatamente l’assetto in giunta tutta a vantaggio dell’azione amministrativa, adesso viene richiesta la massima operatività per il raggiungimento degli obiettivi fissati e per rispondere efficacemente ai bisogni e alle esigenze dei cittadini. Rimane dunque tutto invariato per quanto riguarda le competenze dell’intera giunta, anche perché questo cambiamento non ha di fatto scombussolato gli equilibri interni, mantenendo inalterate le deleghe degli altri assessori che le erano state attribuite in precedenza.

Pertanto, la squadra al completo risulta così composta: PELLEGRINO AGOSTINO Marketing Territoriale e Promozione della Città – Innovazione Tecnologica ed Informatica – Bilancio – Tributi – Patrimonio – Gestione e manutenzione Servizio Idrico Integrato – Personale – Salvaguardia e valorizzazione dei siti storico, archeologici – Artigianato – Sistema Musicale e Museale – Servizi Cimiteriali; RAMPULLA SANTO Attuazione programma – Agricoltura- Zootecnia – Pesca – Polizia Municipale – Viabilità – Rapporti con il Consiglio Comunale – Protezione Civile -Verde pubblico – Ambiente ed ecologia – Arredo e decoro urbano – Manutenzione strade – Politiche di valorizzazione delle periferie; AMOROSO ALESSANDRO Sport – Turismo – Spettacolo – Impiantistica sportiva Commercio e CONSENTINO MARINA Politiche giovanili – Cultura – Servizi Socio Assistenziali Politiche Pari opportunità ed integrazione – Politiche della formazione professionale.

Leggi anche:  Distretto della ceramica, un ponte tra Santo Stefano di Camastra e la Cina