Chiude con risultati superiori alle aspettative la Missione Natura 2018 in Cina del Parco dei Nebrodi, fortemente appoggiata dal Comitato Parchi Nazionali che con l’Ente condivide un fortunato percorso di collaborazione.

Quello che oggi la Cina rappresenta è uno straordinario mercato turistico mondiale, in aumento verso l’Italia, meta ambitissima per il patrimonio culturale, storico, artistico, ecologico ed enogastronomico, da godere tutto l’anno: questi i motivi che hanno determinato l’attivazione del Progetto Progetto China-Italy Green Bridge, avviato allo scopo di creare opportunità di scambio e di collaborazione nel campo della tutela del territorio e della protezione della biodiversità.

La missione appena conclusa ha permesso la sottoscrizione di un accordo operativo con il Parco di Changbai Shan, la partecipazione all’Assemblea IAPA – International Alliance of Protected Areas – che ha inoltre eletto all’interno del proprio Comitato Esecutivo il Parco dei Nebrodi, assegnandogli pertanto un ruolo a livello internazionale.

Ricordiamo i temi trattati nel corso dell’Assemblea: gestione delle Aree Protette, monitoraggio della biodiversità, educazione ambientale e lo sviluppo sostenibile all’interno e nei dintorni di Aree Protette. “Siamo all’alba di un nuovo Grand Tour verso il Parco dei Nebrodi, ma anche verso l’Etna, le Isole Eolie, la Sicilia – afferma Franco Tassi, direttore del Comitato Parchi Nazionali -. E considerato che tutto questo arriva dalle meraviglie della Natura possiamo definirlo “Green Grand Tour”.

“Si tratta di un evento storico – commenta Luca Ferlito, Commissario del Parco – che evidenzia l’impegno dell’Ente e di fatto assegna al Parco un ruolo internazionale di prestigio. Un punto di partenza che apre scenari verso grandi mercati turistici”.

La delegazione italiana, composta dal direttore Filippo Testagrossa e dai componenti del Comitato tecnico scientifico Massimo Geraci e Sara La Rosa, unitamente al rappresentante del Comitato Parchi Piero Schneider Graziosi, è stata inoltre ricevuta presso gli Uffici dell’Ambasciata Italiana a Pechino.

Leggi anche:  Petagna, simbolo dell’integrità del territorio dei Nebrodi

Alla presenza del Ministro Consigliere Giuseppe Fedele e dai Consiglieri Luca Fraticelli (Ufficio Economico Commerciale) e Dott.sa Stefania Commegno (Primo Segretario), è stato presentato il Rapporto della Delegazione: dall’incontro è emersa viva disponibilità a supportare e collaborare a questa iniziativa.

All’incontro ha inoltre partecipato Philippe Pypaert, per gli Uffici UNESCO di Pechino, ideatore e responsabile del Forum Giovani MaB, nella condivisa esigenza di estendere, anche per il tramite dei geositi e della rete UNESCO , le attività del Parco dei Nebrodi.

Nella foto da sinistra: Pypaert, Testagrossa, Fedele, Geraci, La Rosa, Schneider Graziosi e Fraticelli