Alcara Li Fusi, pluriclasse per la scuola media: chiesta deroga


Il problema della creazione di pluriclassi attanaglia molti istituti scolastici della provincia di Messina. Ecco perché, ad Alcara Li Fusi, l’assessore alla pubblica istruzione Morena Manasseri, nell’ambito delle deleghe di propria competenza, ha portato all’attenzione del neo sindaco Ettore Dottore e della nuova giunta il problema, chiedendo a gran voce di formalizzare a breve una richiesta di deroga all’istituzione della pluriclasse presso la scuola primaria e secondaria di primo grado del paese nebroideo, per l’anno scolastico 2022- 2023, da presentarsi presso le istituzioni scolastiche provinciali e regionali.

Facendosi interprete e portavoce del disagio già vissuto da genitori e alunni per l’anno scolastico appena trascorso, i quali hanno rivolto all’assessore Manasseri lamentele circa la discriminazione operata ai danni dei propri figli in quanto hanno condiviso i banchi di scuola con compagni di una classe differente, andando in contro a difficoltà poichè, per forze di cause maggiori, si è assistito ad una compromissione della qualità dell’insegnamento e del conseguente livello di istruzione degli studenti, nonché al rallentamento dell’attività didattica causato dall’inconveniente di dover affrontare contemporaneamente più lezioni differenti, ha messo in moto la macchina comunale affinché si possa ovviare a tale problematica avviando tutte le iniziative possibili per scongiurare la prospettiva della ricostituzione della pluriclasse.

“I ragazzi rappresentano il futuro, per cui è incontrovertibile che debbano essere messi nelle condizioni più idonee per poter sviluppare la loro cultura e crescere anche nelle loro esperienze di vita”, un concetto questo che sta molto a cuore all’assessore alla pubblica istruzione e all’intera amministrazione alcarese.

“Sarebbe quindi opportuno superare la rigidità del numero fisso richiesto per la formazione di una classe e incentrare l’attenzione sul concetto che non si tratta di numeri ma di alunni, che hanno diritto ad essere seguiti adeguatamente e con le dovute tempistiche per superare le difficoltà che potranno incontrare durante la loro carriera scolastica, al fine di raggiungere un ragguardevole livello d’istruzione inoltre è doveroso pensare anche alla classe docente, – conclude l’assessore – importante guida per ogni alunno, la quale deve essere messa in condizione di poter svolgere con efficacia la propria attività professionale e fornire ai ragazzi tutti gli strumenti necessari per poter crescere in ambito scolastico e non”.

Dalla stessa categoria