Cascata del Catafurco, luogo da fiaba nel cuore dei Nebrodi


Uno scenario suggestivo, quasi fiabesco, si presenta agli occhi di chiunque giunga in questo luogo di inestimabile bellezza, fatto di pareti altissime e rocce scavate nel tempo dallo scorrere impetuoso delle acque del torrente San Basilio. Siamo alla Cascata del Catafurco, la cascata più bella del Parco dei Nebrodi.

Cascata del Catafurco

Cascata del Catafurco: ecco come organizzare un’escursione

La cascata del Catafurco è una cascata naturale che si forma in corrispondenza di un dislivello di circa 30 metri scavato nel tempo dal torrente San Basilio, nel territorio di Galati Mamertino, nel Parco dei Nebrodi. Alla base della cascata il continuo scorrere delle acque, portando con sé sabbia e ciottoli, ha creato una cavità naturale chiamata Marmitta dei Giganti in cui, nella bella stagione, è possibile bagnarsi. La cascata è anche uno dei rari siti in cui poter osservare la Petagnaea Gussonei, pianta rarissima risalente al Terziario e esclusiva unicamente di questa zona dei Nebrodi, non essendo stata riscontrata in nessun’altra parte del mondo.

Per info per le escursioni Barbara Cangemi (Associazione naturalistica La Stretta): 3703224716

Dalla stessa categoria