La notizia che i Commissari prefettizi sarebbero rimasti al Comune di Mistretta altri sei mesi, rispetto ai 18 concessi dal Governo per ripristinare la legalità nell’Ente, l’avevamo anticipata lo scorso 27 maggio quando da indiscrezioni eravamo venuti a conoscenza che la Prefettura di Messina aveva inoltrato al Ministero degli Interni richiesta di ulteriori sei mesi di commissariamento.

Oggi è arrivata l’ufficialità:  “In considerazione della necessità di completare l’azione di ripristino dei principi di legalità all’interno dell’amministrazione comunale, il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga per sei mesi dello scioglimento dei Consigli comunali di San Cataldo e Mistretta”.

Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri riunitosi nella giornata odierna. L’Ente amastratino,  sciolto per mafia nel marzo 2019, ed amministrato dai Funzionari prefettizi Antonino Oddo, Santo Lapunzina e Claudia Poletti, rimarrà commissariato, fino alle prossime elezioni amministrative, previste, con molta probabilità,  tra e maggio – giugno 2021.