Cinque degenti e tre operatori della “Residenza Aluntina” di via Farinata, a San Marco d’Alunzio, sono risultati positivi al coronavirus. Lo comunica con una nota il sindaco Dino Castrovinci.

Gli operatori e i degenti sono venuti a contatto con l’anziana 82enne di Acquedolci, la cui positività al Covid-19 era stata accertata qualche giorno fa. Le otto persone sono sono state poste in isolamento presso la struttura di via Farinata o presso la propria abitazione, dove hanno obbligo di rimanere fino al termine del periodo di quarantena disposto dall’ASP, osservando le norme di comportamento loro imposte.

Adesso i medici di base e l’e autorità sanitarie provinciali dovranno ricostruire la rete di relazioni di ciascuno di positivi, al fine di attivare i protocolli di contenimento della diffusione del Covid-19. Il compito della vigilanza sarà demandato alle Forze dell’Ordine.

Il primo cittadino afferma: “Siamo vicini a tutta la popolazione alla quale chiediamo di restare a casa, limitando al massimo i contatti sociali. Continuiamo a lavorare per il bene di tutti”.

Adesso circa una ottantina tamponi verranno effettuati dall’ASP su tutti i degenti e gli operatori sanitari delle strutture e ventina sui familiari dei contagiati.

Leggi anche:  Comune di Sant'Agata, buoni spesa: ammesse 188 istanze