Fondi rustici, cooperativa San Placido: Nobile chiede aiuto al Prefetto


Il sindaco di Castel di Lucio Pippo Nobile ha scritto una lettera al Prefetto di Messina, Cosima Di Stani, e alla Commissione prefettizia che regge le sorti del Comune di Mistretta, che è stato sciolto per mafia, in cui chiede l’emissione urgente del provvedimento di assegnazione provvisoria del Fondo Francavilla di Mistretta alla Cooperativa San Placido di Castel di Lucio.

Il primo cittadino ha deciso di fare nuovamente appello alle istituzioni: “Nella mia qualità di sindaco e rappresentante della comunità castelluccese e, al contempo, facendomi interprete degli interessi dell’intero comparto agrozootecnico del comprensorio dei Nebrodi occidentali, mi vedo costretto, come fatto in passato (24-05-2019 – 03.04.2020), a scriverLe in ordine alla vexata quaestio dei fondi rustici di proprietà del Comune di Mistretta, che ancora oggi condiziona i destini dell’intera area. Diverse aziende agricole ed in particolare la cooperativa agricola San Placido a R. L. con sede in Castel di Lucio, che da diversi decenni conducono in affitto con regolare i contratti diversi fondi rustici di proprietà del Comune di Mistretta”.

“Già nelle precedenti missive – prosegue Nobile – chiedevo di accelerare l’iter di assegnazione dei fondi. Sino ad oggi la proficua collaborazione instaurata con la Commissione prefettizia ha consentito di scongiurare conflitti ed emergenze sociali, grazie anche all’uso temporaneo dei fondi. Dopo la pubblicazione dei bandi da parte della Commissione prefettizia, la cooperativa agricola “San Placido” a r.l., così come le altre aziende agricole, hanno presentato istanza e alle stesse sono state assegnate i fondi richiesti con graduatorie provvisorie. In particolare alla cooperativa San Placido è stato assegnato il fondo “Francavilla” di 480 ettari circa, che la stessa Cooperativa agricola detiene dal novembre del 1945, allorquando le venne assegnato con provvedimento del prefetto di Messina. Ancora oggi però la commissione prefettizia non ha potuto procedere alla consegna del fondo e attende l’esito delle lunghe e impegnative attività istruttorie in fase di espletamento dalla commissione di gara; operazioni rese ancora più complesse a causa dei ricorsi presentati in via amministrativa da altri concorrenti e dei ricorsi in atto pendente davanti al CGA di Palermo”.

“Poiché siamo ancora una volta in primavera, periodo in cui le aziende agricole conducono nei pascoli alti del fondo di “Francavilla” e dei limitrofi fondi, le proprie mandrie, composte in prevalenza da bovini; in considerazione che molte aziende agricole e in particolare i soci della cooperativa San Placido, non hanno altri terreni per garantire pascolo e foraggio al proprio bestiame, che rischia di perire, si chiede che l’Ecc.za Vostra Ill.ma Voglia fare voti presso la commissione prefettizia di Mistretta affinché nei prossimi giorni consegni secondo le graduatorie provvisorie i fondi agli assegnatari con le dovute riserve di legge in particolare, assegni il fondo Francavilla alla cooperativa “San Placido”, nelle more dell’espletamento delle procedure di gara“.

Sottolineo che sino ad oggi i soci della Cooperativa hanno rispettato tutte le disposizioni impartite dalla commissione prefettizia, nel pieno rispetto della norma e con una condotta ispirata lealtà, ma questo punto, la necessità di tutelare la sopravvivenza del patrimonio zootecnico e delle stesse famiglie, il cui reddito deriva dall’attività agricola, in caso di ulteriori ritardi, potrebbe indurre gli stessi soci della cooperativa San Placido, come pure i titolari delle altre aziende agricole dell’area, ad azioni di forza e all’occupazione delle suddette terre, con evidenti ripercussioni sulla tenuta sociale e del mantenimento della sicurezza pubblica” – conclude il primo cittadino.

Dalla stessa categoria