“Non c’è da essere soddisfatti nella vicenda che ha portato alla sospensione del direttore generale dell’Asp di Messina. C’e’ invece da lavorare molto per la sanità messinese”.

E’ il commento in una nota del deputato di Italia Viva all’Ars e sindaco di Brolo Giuseppe Laccoto, che nei giorni scorsi era entrato in polemica con il direttore generale dell’Asp Paolo La Paglia, oggi sospeso da un decreto dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, riguardo alla disponibilità dei tamponi pre-ricovero nell’Azienda sanitaria provinciale di Messina.

“Il commissario nominato dalla Regione dovrà essere una personalità di spessore, in grado di dare risposte importanti in termini di efficienza e qualità dei servizi resi all’utenza – aggiunge Laccoto -. Non parliamo solo dell’emergenza Covid che deve essere affrontata con tempestività e determinazione, ma i problemi riguardano più in generale la carenza di personale in tutti gli ospedali della provincia e poi problemi strutturali che incidono negativamente a più livelli, come è stato denunciato ripetutamente – conclude il deputato regionale di Iv -. Non si può fare la sanità senza medici e senza strumentazioni adeguate: si cominci da qui e si faccia in fretta”.

Leggi anche:  Messina, zona Falcata: finanziati recupero di tre monumenti