L’apertura di un presidio 118 nel territorio comunale di Caronia. A chiederlo all’Assessorato alla Sanità è il deputato regionale di Attiva Sicilia, Matteo Mangiacavallo. A sollecitare la nota del parlamentare regionale è stato anche il neo gruppo Attiva Caronia, con la coordinatrice Sonia Serraino, e tutto il gruppo appoggiato anche dal coordinatore provinciale Alessandro Magistro.

“Da segnalazioni pervenute, sempre più insistenti, si apprende come nel Comune di Caronia si riscontra il non più sopportabile disagio, relativo alle difficoltà di arrivo dei mezzi di “primo soccorso” sanitario. Invero, come noto, nel territorio di odierno interesse i punti più vicini da raggiungere, in caso di necessità ed urgenza sanitaria, risultano essere l’ospedale di Sant’Agata di Militello e il presidio del 118 di Santo Stefano di Camastra, sempre nella provincia Messinese. Pertanto, i mezzi di soccorso devono percorrere mediamente 30 minuti prima di giungere e prestare soccorso ai cittadini di Caronia. Tale stato dei fatti non è più sopportabile, pertanto, sarebbe fortemente auspicabile, oltre che indiscutibilmente necessario, che l’assessorato in indirizzo disponesse l’apertura di un presidio 118 nel territorio comunale di Caronia, preso atto anche della disponibilità dei locali presso la guardia medica attiva e dell’attuale situazione sanitaria dovuta all’emergenza Covid-19. Tutto quanto sino ad ora esposto Si Chiede All’Assessore alla Salute. Quali misure intende assumere al fine di procedere all’attuazione delle richieste dedotte in narrativa”.

LEGGI LA NOTA 

Leggi anche:  L'ATS Monti Nebrodi ottiene fondi per la stesura di un piano forestale