Militello Rosmarino e l’acqua: quando serve la D’Urso per svegliare la politica


Barbara D’Urso è una delle regine indiscusse della televisione italiana: i suoi programmi, seppur considerati da alcuni trash, hanno un grande seguito. Sono tantissimi infatti i telespettatori che quotidianamente guardano la trasmissione “Pomeriggio 5”, per passare qualche ora con la conduttrice napoletana. Quegli stessi telespettatori, due giorni fa, hanno avuto modo di conoscere la vicenda della crisi idrica a Militello Rosmarino. Le telecamere di Mediaset sono entrate nella casa della famiglia Rossello per raccontare la storia di questo nucleo familiare che da più di quattro anni vive senz’acqua. Carmelo e la moglie Laura, incinta del secondo figlio, hanno spiegato alla collega Giuliana Zanca, in collegamento in diretta con gli studi di Cologno Monzese, i disagi che vivono ogni giorno.

Noi di Nebrodi News li abbiamo raccontati questi disagi. Per primi. Abbiamo raccontato, con servizi video e articoli della nostra collaboratrice Teresa Frusteri, come Carmelo sia costretto a fare ogni giorno, più volte al giorno, viaggi in macchina verso una fontana con i bidoni per riempire la sua cisterna. Abbiamo raccontato di come la famiglia Belli, che vive sempre a Militello Rosmarino, in Contrada Ancolle, sia costretta giornalmente a riempire dei bidoni in contrada Contura, per poi trasportarli a casa e riempire il serbatoio con uno stratagemma (come documentano le immagini di questo video).

È tutto documentato. Trovate tutto sul nostro giornale e sul nostro canale Youtube. Ora, noi non siamo Mediaset e non abbiamo certo la forza mediatica di Barbara D’Urso, ma bisogna dare “a Cesare quel che è di Cesare”. Non chiediamo di ricevere elogi ma solo di vederci riconosciuto un lavoro che facciamo ogni giorno con passione e impegno, senza padroni, senza essere a libro paga di qualcuno, ma solo con l’obiettivo di informare i cittadini dei Nebrodi. C’è toccato però leggere sui social un sacco di polemiche.

Per settimane abbiamo raccontato della crisi idrica a Militello Rosmarino nel silenzio totale degli altri giornali della zona, degli amministratori e politici locali e dei “leoni da tastiera” sempre pronti a criticare senza mai fare una proposta. E mentre noi scrivevamo e documentavamo la rabbia dei militellesi, per giorni senz’acqua, solo da Mediaset si sono accorti dei nostri articoli. Quando ci hanno contattato eravamo felici perché sapevamo che portare la vicenda a livello nazionale avrebbe smosso le istituzioni e i media. E così è stato.

Dopo la messa in onda del servizio sono spuntati articoli di giornale e post social di alcuni politici. Ne siamo felici. E ne sono felici anche i militellesi che non aspettano altro che questa situazione si risolva al più presto. La speranza è che la D’Urso sia stata la “scintilla” per svegliare la politica locale. Da parte nostra, continueremo a raccontare e a vigilare, senza fare sconti a nessuno, come abbiamo sempre fatto.

Dalla stessa categoria