Mistretta, Amministrazione Sanzarello ancora senza Bilancio


L’amministrazione comunale di Mistretta, guidata dal Sindaco Sebastiano Sanzarello, non ha ancora presentato il Conto Consuntivo 2021 e il Bilancio di Previsione Pluriennale 2022-2024. Nonostante siano trascorsi i 15 giorni assegnati dal Commissario nominato dalla Regione, la Giunta non ha messo il Consiglio nelle condizioni di poter discutere e approvare i due provvedimenti. Questo ritardo ha evidenti ricadute non solo nell’attività amministrativa del Comune ma anche conseguenze per tutta la cittadinanza: dalla predisposizione dell’illuminazione natalizia, al rischio anche di non poter partecipare ai bandi del PNRR per la mancata predisposizione dei progetti, non potendo dare incarichi ai professionisti.

Ieri sera, durante la seduta del Consiglio comunale, il capogruppo di maggioranza Pippo Testa ha invitato il Sindaco a fornire chiarimenti all’Aula sui motivi del ritardo nella formazione degli atti. Il primo cittadino, nella sua risposta, ha chiarito che l’area economico-finanziaria è stata per un lungo periodo senza un responsabile, in quanto i Commissari, che hanno retto le sorti del Comune a seguito dello scioglimento, avevano autorizzato la mobilità in altro Comune del Funzionario di ruolo. Dopo aver espletato il concorso, l’aggiudicatario Dott. Accursio Nicolosi, attualmente in servizio per sole 12 ore settimanali (in mancanza del Bilancio non può essere contrattualizzato) ha dovuto occuparsi di tutto il lavoro ordinario arretrato, riorganizzazione dell’Ufficio e conseguentemente dedicare il poco tempo residuo per gli adempimenti relativi alla predisposizione dei Bilanci.

Secondo quanto riferisce Sanzarello, l’Amministrazione, proprio per dare un’accelerata, ha cercato un noto esperto della materia dei Bilanci degli Enti Locali, affiancandolo al responsabile. I due professionisti stanno lavorando alacremente per verificare l’eredità lasciata dalle precedenti amministrazioni, con una certosina ricognizione dei residui attivi e passivi, dei potenziali debiti fuori Bilancio che possono emergere sempre dalle passate amministrazioni, dai contenziosi in essere e quelli potenziali, cosi da predisporre un Bilancio che possa rispecchiare in pieno i conti del Comune. Per questo motivo, si sta perdendo qualche altro giorno di tempo. Sanzarello ha chiuso il suo intervento “assicurando che a giorni sia il Bilancio Consuntivo che il Bilancio di Previsione Pluriennale sarà sottoposto al vaglio del Consiglio”.

Nonostante le giustificazioni mosse dal Sindaco, il ritardo accumulato è intollerabile, ma considerato che si tratta del primo esercizio di gestione della nuova Amministrazione, dei cambiamenti nelle posizioni apicali (Segretario Generale, Funzionario del Servizio Economico-Finanziario, Funzionario dell’Area Tecnica) e della grave situazione economica generale in cui versa l’Italia, la cittadinanza al momento sembra tollerare. Dal 2023 ci aspetta però che dall’Amministrazione Sanzarello arrivi quel cambio di passo che Mistretta merita, a cominciare da una sana gestione dell’attività ordinaria dell’Ente – al momento non eccellentissima – che non può non passare dall’approvazione nei termini di legge dei documenti economico-finanziari.

Dalla stessa categoria