Naso, il sindaco Nanì schiva l’attacco di Cateno De Luca


Nei comizi di Cateno De Luca, candidato presidente della Regione Siciliana, in tour per l’Isola per spiegare i propri punti programmatici, è stato spesso tirato in ballo Gaetano Nanì. Il sindaco della Città di Naso, in maniera teatrale – alla De Luca per intenderci – da diversi palchi è stato accusato di fare in qualche modo “violenza” o di essere in disaccordo con Sara Rifici, assessore della sua Giunta, che ha deciso di candidarsi con l’ex sindaco di Messina tra le fila di Sicilia Vera, nonostante il primo cittadino avesse reso note le proprie intenzioni di correre, anch’egli, per un posto di parlamentare all’ARS, con Fratelli d’Italia.

De Luca è arrivato a minacciare Nanì avvertendo preventivamente quest’ultimo: Non ti permettere di toccare Sara Rifici, altrimenti vengo a Naso e ti prendo a calci in culo”. Dal canto suo, il sindaco di Naso è rimasto composto di fronte agli attacchi del leader di Sicilia Vera. A noi di Nebrodi News, che lo abbiamo contattato per chiedere quale fosse il problema con il suo assessore, se avesse chiesto o avesse fatto capire in qualche modo a all’assessore Rifici che sarebbe stato meglio se si dimettesse dalla Giunta, ci ha risposto: “Nessun problema, ho rinnovato la fiducia al mio assessore che può continuare la sua attività, che sin ora ha svolto in maniera esemplare, e se vuole può liberamente candidarsi con De Luca”.

Lo scorso sabato, Gaetano Nanì, insieme alla squadra di assessori e consiglieri, che lo hanno sostenuto nell’ultima campagna elettorale, ha incontrato la cittadinanza per fare il punto dell’attività amministrativa sin ora portata avanti. A margine del comizio in sindaco di Naso ha risposto – o forse sarebbe meglio dire non ha risposto – ai continui attacchi di De Luca nei suoi confronti. VEDI IL VIDEO del comizio.

Dalla stessa categoria