Nuova strada tra Bronte e Longi, intesa Comune-Parco dei Nebrodi


Realizzare una nuova strada che colleghi Bronte a Longi. È su questo che il Comune di Bronte e il Parco dei Nebrodi hanno siglato un accordo di collaborazione, durante l’incontro, avvenuto presso l’Ente brolese, tra il presidente del Parco, Domenico Barbuzza, e il sindaco Pino Firrarello. Era presente anche il vice sindaco, Antonio Leanza.

“Si trat­ta del­la del­la reg­gia traz­ze­ra che da Bron­te e Ma­nia­ce ar­ri­va a Lon­gi, su­pe­ran­do il cri­na­le dei Ne­bro­di – spiega il primo cittadino Firrarello -. Do­di­ci chi­lo­me­tri di stra­da oggi in ter­ra bat­tu­ta e sog­get­ta alle in­tem­pe­rie che qua­si mai è pra­ti­ca­bi­le nean­che dai fuo­ri­stra­da. Una stra­da vera, in­ve­ce, sa­reb­be uti­le per 2 sco­pi: il pri­mo di pro­te­zio­ne ci­vi­le, vi­sto che il Si­me­to spes­so si in­fu­ria e fa pau­ra, ed il se­con­do pret­ta­men­te tu­ri­sti­co, poi­ché la stra­da si in­cu­nea fra uno dei più bei pa­ra­di­si na­tu­ra­li­sti­ci del­la no­stra iso­la.

Tesi so­ste­nu­ta an­che dal vice sin­da­co, An­to­nio Lean­za: “Al Pre­si­den­te del Par­co dei Ne­bro­di, del qua­le ap­prez­zia­mo la for­te at­ten­zio­ne e sen­si­bi­li­tà per il no­stro ter­ri­to­rio, ab­bia­mo chie­sto di ri­pren­de­re il di­scor­so del­la stra­da da rea­liz­za­re nel­la ex traz­ze­ra Bron­te-Ma­nia­ce-Lon­gi che ri­te­nia­mo rap­pre­sen­ti un im­por­tan­tis­si­mo sno­do di ca­rat­te­re sia tu­ri­sti­co sia com­mer­cia­le, in gra­do di col­le­ga­re, per­cor­ren­do cir­ca 12 km, il ver­san­te Jo­ni­co con quel­lo Tir­re­ni­co. La stra­da avreb­be an­che un for­te va­lo­re dal pun­to di vi­sta di Pro­te­zio­ne ci­vi­le pe ril Co­mu­ne di Ma­nia­ce col­le­ga­ta da un uni­co ac­ces­so”. Ed il pre­si­den­te Bar­buz­za si è mo­stra­to con­cor­de: “Oggi ab­bia­mo le ri­sor­se, ma spes­so man­ca­no i pro­get­ti. Pron­ti a so­ste­ne­re le ini­zia­ti­ve”.

I due Enti hanno anche siglato un accordo per la ri­strut­tu­ra­zio­ne del­l’o­be­li­sco Nel­son in pie­no par­co. “L’o­be­li­sco di Ser­ra del Mer­go – spie­ga Fir­ra­rel­lo – po­sto fra il ver­de dei Ne­bro­di e me­glio co­no­sciu­to come Obe­li­sco di Nel­son, va ri­strut­tu­ra­to e va­lo­riz­za­to. Si trat­ta del­lo sto­ri­co obe­li­sco fat­to eri­ge­re nel 19O5 a quo­ta 1553, nei pres­si del­le con­tra­de Ser­ra del Re e Fo­re­sta Vec­chia, dal Duca Ale­xan­der Nel­son-Hood in ono­re del pa­dre mor­to un anno pri­ma. Bene, oggi si tro­va in pes­si­mo sta­to di con­ser­va­zio­ne. Le scrit­te sono sgre­to­la­te e de­tur­pa­te e l’in­te­ro mo­nu­men­to ver­sa in cat­ti­ve con­di­zio­ni. Va ri­strut­tu­ra­to. Re­stau­ra­re l’o­be­li­sco Nel­son e rea­liz­za­re que­sta nuo­va stra­da – con­clu­de Fir­ra­rel­lo – da­reb­be cer­ta­men­te im­pul­so al tu­ri­smo na­tu­ra­li­sti­co”.

 

Dalla stessa categoria