PNRR Borghi: a Tusa assegnate risorse per oltre 1,3 mln di euro


Da giovedì 23 giugno sono online i decreti di assegnazione delle risorse del PNRR MiC per oltre 1,8 milioni di euro. Il Piano Nazionale Borghi ha assegnato 363.445.527 euro a 289 comuni per investimenti di rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio spopolamento e ha confermato il finanziamento di 398.421.075 euro per 20 borghi individuati dalle Regioni.

Il Comune di Tusa porta a casa un importante finanziamento per quanto riguarda l’investimento 2.1 “Attrattività dei Borghi”, linea di Azione B – Proposte di intervento per la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici. Tusa è uno dei quattro comuni dei Nebrodi assegnatari del finanziamento a progetto del PNRR per la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici.

Le risorse assegnate al soggetto attuatore sono pari a 1.308.108,00 euro, ottenute grazie al progetto “Tusa: il Borgo dell’Arte”. Obiettivo generale del progetto è quello di valorizzare e diffondere gli elementi distintivi del patrimonio culturale del comune favorendo un turismo esperienziale e creativo in un processo unico di sviluppo e di valorizzazione che agisce singolarmente su due elementi: le risorse naturali e la presenza di beni culturali, ma che al contempo produce un risultato complessivo sul territorio termini di crescita economica.

Le linee di intervento prioritarie sono: il recupero dell’anfiteatro comunale all’aperto, il riuso adattivo della scuola elementare, la riqualificazione del marciapiede di via C. Battisti a Castel di Tusa, gli interventi di restauro delle opere sacre realizzate dalla Famiglia Li Volsi, la creazione di un sistema museale integrato Museo-Territorio, la realizzazione di spazi di co-working, una scuola diffusa di turismo, una scuola di recitazione e cinema, una scuola di archeologia: “L’arte dello scoprire”, un centro di formazione e di assistenza per i giovani “L’arte di fare impresa”, la realizzazione di un piano di comunicazione rivolto alle “tribù” di riferimento, l’implemento della cartellonistica, l’acquisto di arredi per la residenza per gli artisti, eventi artistici e culturali.

I partner pubblici e privati aderenti al progetto sono: l’Università di Amiens, il Parco Archeologico Regionale di Tindari, la Galleria Regionale della Sicilia Palazzo Abatellis, la Arancia Cinema srl, l’associazione culturale D.a.f. di Messina, la Parrocchia Maria SS. Assunta, l’associazione Tusa “Nero su Bianco”, la ProLoco di Tusa e l’associazione New Horizons APS.

Sono state premiate programmazione e sinergia – afferma il sindaco Miceli -. Si tratta di un progetto capace di ampliare i flussi turistici e residenziali., puntando su un’affascinante offerta di tipo esperienziale capace di incrementare le presenze e destagionalizzare i flussi turistici. Abbiamo messo a sistema le nostre migliori risorse facendo un ottimo lavoro di squadra – insieme al RUP e agli uffici comunali che ringrazio – che consegna alla nostra comunità e all’intero comprensorio una straordinaria opportunità di crescita virtuosa e strutturata.”

Con il finanziamento del progetto per il Piano Nazionale Borghi, ancora una volta Tusa dimostra di essere un centro di eccellenza per la cultura in tutta la Regione Siciliana – dichiara l’assessore alla Cultura e al Turismo Angelo Tudisca -. Abbiamo sempre detto che con la cultura si mangia e questo finanziamento è un’ulteriore prova. Non è un caso che i nostri partner più importanti sono state le università straniere che ormai da anni fanno tappa fissa nel nostro comune. Tusa verrà interessata dalla creazione di un nuovo sistema territoriale che mette in relazione il carattere residenziale – rigenerato nella sua attrattività verso le giovani generazioni – con nuove funzioni in ambito culturale e turistico che interesseranno anche i comuni limitrofi di Pettineo, Motta d’Affermo e Castel di Lucio.

Dalla stessa categoria