San Piero Patti, sul regolamento edilizio minoranza al contrattacco


Il Consiglio comunale di San Piero Patti, nella seduta svoltasi il 29 settembre scorso, ha approvato il nuovo regolamento edilizio. Lo strumento, che serve per regolare gli interventi edilizi sul territorio comunale, ha avuto il via libera dell’Aula con il voto contrario del gruppo di opposizione “Primavera Sampietrina”. La maggioranza che sostiene la sindaca Cinzia Marchello ha criticato la scelta e adesso la minoranza passa al contrattacco.

“Qualcuno vuol far credere che i consiglieri Maria Pamela Corrente, Antonino Franco, Graziella Ardiri, non abbiano capito l’importanza di questi documenti, per screditarne velatamente le capacità. Tuttavia, i suddetti consiglieri di minoranza non hanno approvato questi documenti e hanno proposto il rinvio a prossima seduta poiché gli sono pervenuti uno allo scadere esatto delle 48h precedenti al consiglio, tempo ultimo previsto dalla legge per mettere a disposizione di tutti i consiglieri i documenti da trattare, e l’altro, per un errore involontario degli uffici, poco più di 24h prima”.

Poi l’appello ai sampietrini: “Noi riconosciamo l’importanza e il rilievo di questi due documenti per il futuro del nostro paese e avremmo voluto approvarli e/o proporre modifiche migliorative con cognizione di causa. Vogliamo svolgere il nostro mandato da consiglieri comunali nel miglior modo possibile, perché non basta leggere, bisogna leggere bene, senza votare frettolosamente e superficialmente solo perché è “urgente”. D’altronde, si tratta di un’urgenza relativa dato che l’amministrazione comunale era in possesso del regolamento edilizio dal 20 maggio 2022 e del piano di azione per l’energia sostenibile e il clima dal 30 agosto 2022, date dalle quali si sono tenute ben tre sedute di consiglio.

Quasi metà della popolazione ha espresso una preferenza nei nostri confronti alle elezioni di giugno scorso, siamo espressione di tutti voi, rappresentiamo tutti a prescindere e come tali vogliamo che l’amministrazione comunale ci renda partecipi in maniera effettiva dell’amministrazione del paese, in primis mettendoci al corrente delle documentazioni da varare per tempo e non allo scadere del tempo. A tal proposito, apprezziamo che nella variazione di bilancio, che abbiamo votato favorevolmente, siano state tenute in considerazione alcune necessità da noi evidenziate tramite interrogazioni o comunicazioni, utili a risolvere o quantomeno ridurre alcune criticità.Sono l’essenza del nostro operato, in sinergia con la voce del cittadino” – conclude il gruppo di opposizione.

Dalla stessa categoria