“I consiglieri comunali di minoranza ancora una volta hanno dimostrato di svolgere il proprio ruolo nell’esclusivo interesse della città e dei cittadini”. Lo scrivono in una nota stampa i consiglieri comunali di opposizione al Comune di Sant’Agata Militello Giuseppe Puleo, Antonio Vitale e Monica Brancatelli, dopo il Consiglio comunale di ieri ha approvato anche la riduzione della TARI per le attività commerciali chiuse durante il lockdown.

“Ieri – scrivono i tre, erano assenti i consiglieri Recupero e Starvaggi per motivi personali – siamo rimasti in aula, nonostante avessimo per motivate ragioni annunciato che avremmo abbandonato l’aula. Grazie a questo si è raggiunto Ciò il numero legale necessario per una regolare deliberazione in prima convocazione (nove consiglieri), così da consentire che la maggioranza ratificasse le delibere di giunta all’ordine del giorno. Il consigliere Vitale ha pure dato voto favorevole decisivo per l’immediata esecutività della delibera, non potendo la maggioranza da sola raggiungere il numero necessario di nove consiglieri. Tale scelta è stata fondamentale, poiché la mancata ratificazione entro il 30 settembre avrebbe infatti comportato la perdita di importanti finanziamenti, tra cui un finanziamento di 70.000 euro per la riqualificazione di edifici scolastici”.

“E’ bene – proseguono Puleo, Vitale e Brancatelli – che i cittadini sappiano che non è la prima volta che l’attuale amministrazione si presenta in prima convocazione senza avere i numeri in Consiglio. Questa è l’ennesima prova del fatto che i consiglieri di minoranza, più della stessa maggioranza (se c’è ancora una maggioranza), dimostrano con i fatti di tenere come interesse primario quello della città e di essere un’opposizione forte, ma costruttiva e soprattutto mai strumentale, come qualcuno vorrebbe far credere”.

Leggi anche:  Sant'Agata, due arresti per esecuzione misure cautelari