Sant’Agata, Puleo: “Mancuso libero di ricandidarsi ma non prendete in giro i cittadini”


Sulla nota dei 7 consiglieri, e dei componenti della Giunta comunale di Sant’Agata di Militello, che elogiano l’operato e annunciano la ricandidatura del sindaco Bruno Mancuso, in vista delle prossime amministrative in programma la prossima primavera, piovono critiche da parte del leader dell’opposizione Giuseppe Puleo.

In un post pubblicato sul suo profilo Facebook, Puleo, dal suo punto di vista, spiega ai cittadini il maldestro tentativo di fare confusione da parte della coalizione vicina al primo cittadino santagatese.Mancuso, liberissimo di ricandidarsi, ma i suoi consiglieri e la sua giunta non tentino di prendere in giro i cittadini : Sant’Agata è tornata indietro!

Ecco il post integrale di Giuseppe Puleo:
“Mi sembra doveroso intervenire non sull’eventuale ricandidatura di Bruno Mancuso, quanto sulla nota ufficializzata dalla coalizione che lo sostiene. 7 consiglieri, in origine erano di più ha ormai perso la maggioranza dopo l’elezione del presidente del Consiglio, e i suoi assessori scrivono: Alla scadenza del mandato amministrativo possiamo affermare che l’Amministrazione Comunale in carica ha ridato normalità e stabilità alla nostra amata Sant’Agata. Una città che è ritornata ad essere vivibile ed accogliente. Un paese dove i servizi primari sono tornati a funzionare, dando risposte ai bisogni quotidiani dei cittadini.” Un’affermazione falsa che induce in errore i santagatesi che forse , nel 2018, credendo in un’ eclatante ripartenza , tanto propagandata hanno dato fiducia a Mancuso, ma nulla si è avverato. La ripartenza politico-amministrativa si è concretizzata con il risanamento dei conti- continuano gli scriventi- con la stabilità di governo, con il rilancio del settore delle opere pubbliche, sia dal punto di vista dell’esecuzione che della programmazione, tutti elementi che indiscutibilmente hanno contribuito al miglioramento della qualità dei servizi in questo quinquennio di mandato amministrativo. Sant’Agata è ritornata ad essere al centro e da traino per tutto il territorio dei Nebrodi.”

“Affermazioni che mi provocano dispiacere basti vedere com’è ridotta la nostra cittadina, depotenziata del suo ospedale, abbandonata , col lungomare crollato, senza attrattive turistiche, contrade e centro urbano versano nel degrado assoluto. Ed ancora si legge: “Grazie ad un progetto politico forte e coeso, connotato dalla più ampia condivisione politica e pronto ad accogliere le istanze della comunità e dei cittadini.
Seppur tra numerose difficoltà soprattutto nel periodo di pandemia e post pandemia, l’Amministrazione, guidata brillantemente dal sindaco Bruno Mancuso, è riuscita a portare a termine buona parte del programma elettorale, rispettando gli impegni presi con i cittadini.” Come si fa a parlare di coesione politica se ha dimostrato di non essere in grado di tenere in piedi una solida maggioranza, oppure di aver rispettato il programma elettorale. Nessuna opera è stata completata, i cittadini di Sant’Agata aspettano il completamento del Porto, di avere un ospedale, Nessuna intervento è stato fatto per il Cimitero solo tentativi di privatizzazione. Si chiariscano sia i consiglieri che gli assessori le idee questa è la sostanzialmente differenza tra chi chiacchiera e chi come me , è a totale servizio dei miei cittadini e mi batto quotidianamente per i diritti della mia amata città. Con o senza Mancuso ( Si candidi se vuole) la nostra Sant’Agata andrà in porto!!!! Abbiamo bisogno di soggetti politici credibili, è arrivato il momento di cambiare rotta”

Dalla stessa categoria