Giro di vite a Santo Stefano di Camastra grazie all’intenso lavoro di controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine e della locale Polizia Municipale sotto la guida del comandante Antonino Cannata. 

I vigili urbani hanno fermato un soggetto che erano andato in paese per visitare dei negozi di ceramica, trasgredendo alle normative in vigore. E’ stato così denunciato penalmente in base all’art.1 comma 1del DCPM del 9 marzo. 

Le nuove misure, diventate ancora più restrittive, non hanno colto di sorpresa la cittadina stefanese, che ha recepito abbastanza bene ai continui sacrifici che vengono richiesti, per cercare di superare tutti insieme alle difficoltà giornaliere che emergono. Fino ad ora i segnali sono confortanti in quanto le persone che erano in quarantena sono scese dalle 40 iniziali a 26 e stanno tutti bene.

La situazione per il momento sembra essere sotto controllo, con le vie principali della Città delle Ceramiche vuote, visto che tutte le attività commerciali sono chiuse. Non si vede nessuno in giro anche perché i varchi d’ingresso sono presidiati dalle forze dell’ordine. 

Leggi anche:  Acquedolci, arrestato un uomo per detenzione di sostanza stupefacente