Castelluccese, seconda vittoria grazie all’intercessione dei “Santi”


Dopo 90 minuti ricchi di emozioni e sconsigliatissimi ai deboli di cuore, la Castelluccese centra la seconda vittoria consecutiva in campionato, battendo e scavalcando allo stesso tempo in classifica la compagine messinese del Gescal. Pronti via e i padroni di casa si rendono subito pericolosi con Ballarò che dal limite costringe Avarello alla parata in tuffo.

Al primo  affondo però la Castelluccese passa: azione ben congeniata sulla sinistra e palla in mezzo che dopo una serie di rimpalli arriva a Santo Rinaldi che è bravo a battere Maisano. Al 24′ il 10 biancorosso si ripete ribadendo in rete la respinta corta dell’estremo difensore avversario sulla conclusione dai 16 metri di Flauto. Il Gescal mantiene spesso il possesso palla ma non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Avarello e al 34′ rischia di andare sotto 0 a 3: Salerno è bravo a sfuggire a due avversari, a resistere all’intervento falloso dell’ultimo difensore biancoverde, e a concludere verso la porta di Maisano che questa volta riesce a mettere una toppa. Al 45′ il Gescal rientra in partita: dopo una serie di batti e ribatti all’interno dell’area di rigore castelluccese, la palla arriva a Giordano D. che salta in slalom due difensori e mette alle spalle di Avarello.
Davvero pirotecnici i secondi 45 minuti.

Al 50′ arriva il pari dei padroni di casa: sul calcio di punizione di Ballarò non è impeccabile l’intervento di Avarello e sulla respinta corta è lesto La Rocca a spingere la palla in rete. Passano 5 minuti  e il Gescal la ribalta: imbucata di Ballarò per Zappalà che controlla in corsa e fulmina in diagonale il giovane portiere castelluccese. Il vantaggio biancoverde dura appena 3 minuti e a rimettere la partita sui binari della parità è Santo Salerno: il capitano biancorosso steso in area di rigore da Di Stefano dagli 11 metri non fa sconti. Al 60′ la Castelluccese potrebbe rimettere la testa avanti ma Mazouf P. calibra male il pallonetto graziando Maisano. Al 75′ il duello Salerno-Maisano si ripete, questa volta è il portiere messinese a superarsi deviando sopra la traversa. All’83’ la Castelluccese si riporta avanti: Mazouf lavora un  buon pallone sulla sinistra e calibra un cross perfetto per la testa di Salerno che in torsione la mette sotto il sette alla destra dell’incolpevole portiere avversario. Le ultime speranze per il Gescal di riacciuffare il pari si spengono al 90′ con l’ultima emozione di giornata firmata La Rocca: la palla girata di testa dal numero 9 biancoverde  sbatte  sul palo e poi balla pericolosamente sulla linea di porta prima di morire definitivamente sulle braccia di Avarello sancendo il definitivo 3 a 4  per la Castelluccese.

GESCAL: Maisano, Giordano D., Parrinello (38′ Zappalà), Giordano G., Tiano, Antonuccio, Keita, Ballarò, La Rocca, D’Amico (68′ De Salvo), Di Stefano (68′ Vasi, 81′ Ventra); Frisone, Supino, Scarantino.
CASTELLUCCESE: Avarello, Oieni, Barberi, Flauto (59′ Biundo), Principato, Mazouf Y., Salerno, Mazouf P., Solaro (78′ Molinaro), Rinaldi, Grillo (55’Milia); Franco, Platia, Cipolla, Tita.
MARCATORI: Rinaldi (6′, 24′), Giordano D. (45′), La Rocca (50′), Zappalà (55′), Salerno (58′, 83′).

Dalla stessa categoria