Sistema Montante, rinviato a giudizio il generale Scillia


Gaetano Scillia, ex capo centro della Dia di Caltanissetta, è stato rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta denominata “Montante bis”, sulla quale lavora la Procura di Caltanissetta. Il generale, originario di Reitano, è stato destinatario di un avviso di conclusioni indagini insieme all’ex presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, e ad altre 12 persone, accusati, a vari titolo, di corruzione, truffa e traffico di influenze illecite.

Oltre a Scillia e Montante, è stato chiesto il giudizio anche per l’ex governatore della Sicilia Rosario Crocetta, per gli ex assessori regionali alle Attività produttive Maria Lo Bello e Linda Vancheri, per l’imprenditore Rosario Amarù, per l’ex commissario dell’Irsap Maria Grazia Brandara, l’imprenditore ed ex presidente di Sicindustria Giuseppe Catanzaro, l’ex capo centro della Dia di Palermo Giuseppe D’Agata, l’ex capo della Dia Arturo De Felice, il capo della sicurezza di Montante Diego Di Simone Perricone, il vice questore Vincenzo Savastano, e l’imprenditore Carmelo Turco.

Per la procura di Caltanissetta “Rosario Crocetta nella sua qualità di presidente della Regione siciliana si è messo a disposizione di Antonello Montante”. Non solo l’ex governatore sarebbe stato asservito agli interessi di quest’ultimo e dei soggetti a lui legati gli apparati dell’amministrazione regionale sottoposti, direttamente e indirettamente, ai suoi poteri di indirizzo e coordinamento”.

Il giudice per le indagini preliminari Emanuele Carrabotta ha fissato l’udienza preliminare di Caltanissetta per il prossimo 22 gennaio.

Dalla stessa categoria