Sono state 320 le firme raccolte lo scorso fine settimana nei punti informativi organizzati dal Gruppo Nuovi Orizzonti per Naso e già depositate al protocollo del Comune, per dire no alla concessione ai privati di quasi il 50% della spiaggia di Ponte Naso, così come previsto dal Piano di Utilizzo Demanio Marittimo approvato dal Consiglio Comunale il 18 dicembre 2020.

Un risultato significativo, al termine di un importante momento di condivisione “itinerante”, che è servito, al di là degli orientamenti politici, a dialogare da vicino con le persone, raccogliere le opinioni di tutti e permettere di affermare i fondamentali principi di tutela e di conservazione del nostro magnifico litorale.

I consiglieri Sara Caliò, Pamela Buttò, Maria Luisa Triscari e Attilio Onofaro che hanno promosso l’iniziativa, ringraziano “tutti i cittadini che hanno firmato, coloro che hanno chiesto informazioni, quelli che volevano sottoscrivere a distanza. La raccolta firme è stata un’azione popolare dai nuovi risvolti: incisiva, apprezzata ed espressione del confronto democratico e partecipato dal basso”. L’obiettivo dei consiglieri di minoranza e di quanti hanno aderito alla petizione è quello di ottenere la modifica del Piano, così da garantire, anche in futuro, la libera fruizione della “straordinaria spiaggia di Ponte Naso”.