Il gruppo consiliare “Troina in Movimento” vuole vederci chiaro sul centro sportivo polivalente “Nelson Mandela” dopo i danni provocati dal maltempo ai primi di gennaio. Il centro è stata inaugurato nell’ottobre del 2017, e si trova in via Nazionale adiacente alla scuola primaria, plesso “Mulino a Vento”, della cittadina nebroidea ed è stata realizzata con i fondi del Ministero dell’Interno.

“Prima la sicurezza – scrivono i consiglieri di opposizione in un post su Facebook -. Dal 07 gennaio non ci siamo fermati, abbiamo richiesto e valutato tutta la documentazione presente agli atti degli uffici di competenza, ma, purtroppo, non hanno potuto valutare la certificazione che attestasse l’agibilità dei locali, perché non trovata. Per noi uno dei diritti fondamentali dei cittadini è la sicurezza, quella sicurezza che è venuta meno il 05 gennaio, quando il pesante telone in PVC che ricopriva il centro sportivo polivalente ce lo siamo ritrovati in mezzo alla strada.

Oggi abbiamo l’obbligo, come opposizione, di porre pubblicamente al sindaco Fabio Venezia alcuni quesiti. Esiste una certificazione di agibilità e noi non l’abbiamo trovata o non é mai stata certificata l’agibilità del centro sportivo polivalente? Se il centro non è mai stato certificato agibile, quali sono stati i motivi ostativi? Infine, se non era agibile , con quale criterio che garantisse la pubblica sicurezza è stato consegnato ai cittadini? La comunità di Troina merita una risposta e magari delle evidenze oggettive”.

 

Leggi anche:  Tortorici, assolti due allevatori perché il fatto non sussiste