domenica - 30 aprile 2017
 

L’Ente ha scelto di rinnovare la propria immagine

Valle halaesa

Il Consorzio intercomunale Valle dell’Halaesa cambia logo

E’ stato presentato all’Assemblea il nuovo logo che rappresenta il consorzio intercomunale Valle dell’Halaesa al quale aderiscono i comuni di Castel di Lucio, Mistretta, Motta D’affermo, Pettineo, S.Stefano di Camastra e Tusa

0 condivisioni

Dalla Direzione nazionale antimafia

maurizio-de-lucia

Csm sceglie nuovo procuratore di Messina, sarà il campano Maurizio De Lucia

La decisione finale spetta, ora, al plenum del Consiglio Superiore della Magistratura che, vista l’unanimità della commissione, dovrebbe ratificare la scelta

0 condivisioni

già sotto processo a Patti per l'affidamento di un incarico ad una cugina

AnnaSidoti

Inchiesta autostrade siciliane: indagata Anna Sidoti, sindaco di Montagnareale

Sono settanta i decreti di pagamento al centro delle indagini della Dia sul Consorzio per le autostrade siciliane e riferiti a 60 opere da realizzare

0 condivisioni

In collaborazione con i carabinieri di Foggia

carabinieri11-112-300x287

Operazione Lady Hairon: sfruttamento della prostituzione, arrestati in due

I capi dell’organizzazione avevano registrato come associazioni culturali senza scopo di lucro, attività commerciali destinate ad essere adibite a night club, nei quali, con intimidazioni, minacce e violenze, costringevano le ragazze a prostituirsi

0 condivisioni
manca-genitori

Viterbo, caso Manca: e adesso drogateci tutti!

Condanna a cinque anni e quattro mesi di reclusione anni, oltre a 18 mila euro di multa, per Monica Mileti, la donna accusata di aver ceduto la dose di eroina che, nel 2004, provocò a Viterbo la morte di Attilio Manca, urologo di Barcellona Pozzo di Gotto.  La sentenza è stata emessa dal giudice del capoluogo

0 condivisioni
mafia

Mafia: controlli Dia in banche e faro acceso sui Caa

Con il sequestro in corso di esecuzione di beni al presunto capo del clan di Cesarò legato alla ‘famiglia’ Santapaola-Ercolano la Dia di Catania ha dato l’ennesimo colpo al clan dei Nebrodi, proprio nel paese del Messinese dove è avvenuto l’attentato al presidente del Parco ambientale, Giuseppe Antoci. Altre inchieste e operazioni che hanno riguardato

0 condivisioni
007

Antoci molla Renzi e sostiene Emiliano nella corsa per la guida del PD

Il presidente del parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, sosterrà il governatore della Puglia Michele Emiliano nella candidatura alla segreteria del Pd. Antoci molla Matteo Renzi, che dopo l’attentato del maggio scorso nei suoi confronti lo aveva nominato commissario Pd a Messina ed Enna e passa con il governatore pugliese, assieme a Beppe Lumia e il

0 condivisioni
incontro

I Nebrodi sperimentano un modello vincente di lotta alla mafia: la sicurezza partecipata

Nicosia – Contro la mafia si vince con un gioco di squadra in cui tutti sono attivi e protagonisti: forze dell’ordine, magistrati, istituzioni, cittadini, imprenditori. E sui Nebrodi questo in parte è avvenuto e sta avvenendo.  Può essere sintetizzato così il messaggio lanciato nel corso del convegno dedicato alla mafia sui Nebrodi che si è

0 condivisioni
polizia

Barcellona, violenta minore su scuolabus: autista in manette

Sarebbero gravi gli indizi di colpevolezza a carico del 62enne arrestato ieri alle 18.45 dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Barcellona Pozzo di Gotto. Violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e lesioni ai danni di una 14enne i reati contestati e per i quali l’Autorità Giudiziaria ha disposto il fermo di indiziato di

0 condivisioni
Schermata 2017-02-18 alle 13.00.45

Mafia dei pascoli, dai furti all’uccisione degli animali. Ecco come operavano

Furti, atti di vandalismo, danneggiamenti, fino all’uccisione di animali, come un maiale con il cui sangue sono vergate scritte di minacce, e la promessa della morte violenta. E’ l’escalation del gruppo legato a Cosa nostra di Catania, secondo l’inchiesta della Dda della Procura etna, nell’aggressione a tre proprietari terrieri dei Nebrodi per costringerli a vendere

0 condivisioni
Schermata 2017-02-18 alle 13.00.22

Mafia dei pascoli, attentati per prendersi i terreni. Investigatori: “Sui Nebrodi incredibile clima di omertà”

Catania – Un impermeabile muro di omertà, reticenze. Silenzi assordanti in un territorio completamente asservito agli interessi mafiosi. Un’area, i Nebrodi, in cui le persone perbene subiscono il condizionamento criminale. La mafia non ci sta a perdere il controllo del lucroso affare dei contributi pubblici provenienti dall’Unione europea e vuole tenere per sé i terreni,

0 condivisioni

Mafia dei pascoli sui Nebrodi, tutti i nomi degli arrestati

Catania – Ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse nei confronti delle nove persone fermate da carabinieri del Ros di Catania e del comando provinciale di Messina nell’ambito di indagini per tentata estorsione a proprietari terrieri sui Nebrodi, nelle zone di Cesarò e San Teodoro. Al centro dell’inchiesta della Dda della Procura di

0 condivisioni
asu

Lavoratori Asu, all’Ars va di scena il grande bluff

Di emendamenti ce ne sono almeno quattro ma potrebbero arrivarne altri in commissione Bilancio dell’Ars che ha appena cominciato l’esame della finanziaria: sono firmati da deputati di maggioranza e opposizione. Sulla carta tutti si prefiggono un obiettivo: stabilizzare 6.200 lavoratori precari, i cosiddetti Asu. Personale sparso in giro per la Sicilia, soci di cooperative, alcuni

0 condivisioni
muccheeolico

Mafia dei pascoli, Calanna: “Nebrodi al bivio. Decidere da che parte stare”

“Il vaso di Pandora è scoperchiato in un’area, i Nebrodi, al bivio con la storia. Bisogna decidere quale strada imboccare”. A scrivere è Francesco Calanna, presidente del Gal Nebrodi Plus e commissario dell’Esa, l’Ente di sviluppo agricolo propritario di migliaia di ettari di terreni in cui i mafiuosi erano abituati a pscolare impunemente. Diciamo erano

0 condivisioni
mafia1-1024x678

Mafia dei pascoli, gli allevatori: “Gli amministratori locali che hanno negato la mafia chiedano scusa”

E’ un vero e proprio atto d’accusa e arriva da un gruppo di allevatori dell’area dei Nebrodi, il giorno dopo i fermi fatti dai carabinieri. Un gruppo di allevatori che in questi anni è stato in trincea a difendere il proprio lavoro, a faticare onestamente per andare avanti, a fronteggiare le minacce dei mafiosi, le

0 condivisioni

Il 23 febbraio la presentazione alla Camera dei deputati

GiuseppeAntoci

Mafia dei pascoli, il protocollo Antoci diventa proposta di legge

Palermo – Il protocollo antimafia che porta il nome del presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci diventerà legge nazionale. Il testo cui in questi giorni stanno lavorando i tecnici sarà presentato in Parlamento il 23 febbraio. I fermi di ieri sera (nove in manette, tra cui i presunti capimafia di Cesarò e Bronte), ma

0 condivisioni
SONY DSC

Mafia dei Nebrodi: dieci fermi. In manette anche due pezzi da novanta

Santo Stefano di Camastra – Una brillante operazione, condotta dai Carabinieri del Nucleo operativo e della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, coordinati dal Maggiore Giuseppe D’Avena, dei ROS di Catania, dietro il coordinamento della DDA della città catanese, ha permesso di trarre in arresto i presunti reggenti mafiosi nei territori di Cesarò e Bronte,

0 condivisioni
Login Digitrend s.r.l