E’ stata formalmente costituita la Consulta dei Nebrodi, l’organismo consultivo e propositivo sui temi della legalità, del lavoro, delle politiche giovanili, dello sport e del turismo e cui hanno finora aderito numerosi Comuni del comprensorio.

In apertura di seduta, il Presidente del Consiglio Carmelo Galipò, ha chiesto ai ragazzi di “occuparsi dei problemi delle proprie comunità e del proprio comprensorio. Questo coinvolgimento può e deve essere da stimolo per le Amministrazioni Comunali. Vedo comunque negli occhi di questi giovani l’energia e la proposizione necessari per innescare un circuito virtuoso che porti alla crescita” .

Il Sindaco Franco Ingrillì ha esortato rappresentanti dei Comuni a farsi avanti in politica: “Il futuro è vostro, vi appartiene – ha detto il Sindaco – fate di tutto per non farvelo scippare. Di fronte agli sconfortanti scenari politici attuali, la vostra presenza è una boccata d’aria fresca. Attendiamo le vostre idee e le vostre proposte per la grande Comunità dei Nebrodi”

Dopo la costituzione formale della Consulta, i lavori sono stati rinviati al 13 marzo per l’elezione del Presidente, del Vicepresidente e di tre componenti del Consiglio. “Un rinvio necessario – ha dichiarato il Vicesindaco Andrea Paternitiper consentire ai Comuni che non l’hanno ancora fatto di formalizzare la loro adesione ed indicare i loro rappresentanti in seno all’assemblea. L’obiettivo è l’unione, la condivisione di un percorso di confronto e di crescita sociale e culturale con gli altri Comuni del comprensorio”.

Leggi anche:

Consulta dei Nebrodi, il 27 febbraio la prima riunione

Consulta dei Nebrodi, aderiranno Sinagra, Galati, Sant’Angelo di Brolo, Brolo e Ficarra

Capo d’Orlando, approvato Statuto della Consulta dei Nebrodi

Leggi anche:  Longi, il 28 gennaio la Sagra del suino nero dei Nebrodi. Convegno rinviato

Consulta dei Nebrodi, al via il primo passo per la costituzione