La vedova di Rino Todaro, l’agente di polizia del commissariato di Sant’Agata Militello, solleva dubbi sulla morte improvvisa del marito. L’ex moglie è stata audita dalla Commissione regionale antimafia dell’ARS, guidata dal presidente Claudio Fava. Lo riporta il giornale online Meridionews.

Todaro è stato fra i primi agenti a giungere sul luogo dell’agguato all’ex presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci. Faceva parte della squadra del commissario Daniele Manganaro. Il sovrintendente del commissariato morì il 2 marzo del 2018, il giorno dopo la morte del suo collega Tiziano Granata, anche lui agente della polizia di Sant’Agata, anche lui presente la notte dell’attentato ad Antoci.

L’ex moglie ha chiesto di essere sentita dalla Commissione antimafia, dopo il servizio delle Iene sul caso Antoci. La vedova ha mosso dubbi sulla morte del marito affermando che nei giorni successivi all’agguato, nonostante fossero divorziati, lo avrebbe visto turbato e molto preoccupato.

La commissione ha deciso di inviare le trascrizioni dell’audizione alle Procure competenti.